giovedì 19 gennaio | 20:27
pubblicato il 25/lug/2013 13:53

Immigrati: Gal Senato presenta ddl, ius soli ma a partire dai 16 anni

Immigrati: Gal Senato presenta ddl, ius soli ma a partire dai 16 anni

(ASCA) - Roma, 25 lug - Il diritto di cittadinanza ai cittadini stranieri nati in Italia ma a partire dal sedicesimo anno di eta'. E' quanto prevede il disegno di legge presentato dai senatori del gruppo Grandi Autonomie e Liberta', a prima firma di Laura Bianconi e sottoscritto da Mario Ferrara, Antonio Scavone, Giovanni Bilardi, Giovanni Mauro, Giuseppe Compagnone, Lucio Barani, Luigi Compagna e Paolo Naccarato. Il provvedimento intende modificare la legge in materia di cittadinanza (il secondo comma dell'art. 4, della legge 5 febbraio 1992, n. 91) ed e' composto da un solo articolo.

''Lo straniero nato in Italia - si legge nel provvedimento - diviene cittadino: a) se, al raggiungimento dei sedici anni, abbia risieduto legalmente senza interruzioni nel territorio della Repubblica; b) se, al raggiungimento della maggiore eta', dichiari di voler acquistare la cittadinanza italiana e, a tale data, risieda legalmente da almeno cinque anni nel territorio della Repubblica''. Dunque, la proposta e' volta ad introdurre l'acquisto della cittadinanza italiana secondo il principio dello ius soli, sganciandolo dall'elemento volontaristico e anticipandone l'operativita'. Si vuole pero' evitare che il semplice fatto di nascere in Italia possa comportare automaticamente l'acquisto della cittadinanza, ipotesi di ius soli puro, che non e' previsto in alcun paese europeo e che comporterebbe grossi problemi, specie se il nucleo familiare non e' stabile o e' da poco tempo in Italia.

Invece, essere italiani al sedicesimo anni di eta', spiegano i senatori nella relazione introduttiva al ddl, ''potrebbe comportare benefici in relazione allo svolgimento di attivita' lavorative in Italia (concorsi pubblici o svolgimento del servizio militare)''.

Infine, il nuovo articolato prevede che i procedimenti amministrativi di concessione della cittadinanza, ovvero le dichiarazioni di inammissibilita', siano conclusi entro 60 giorni dalla data di presentazione della istanza.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale