lunedì 27 febbraio | 18:02
pubblicato il 25/lug/2013 13:53

Immigrati: Gal Senato presenta ddl, ius soli ma a partire dai 16 anni

Immigrati: Gal Senato presenta ddl, ius soli ma a partire dai 16 anni

(ASCA) - Roma, 25 lug - Il diritto di cittadinanza ai cittadini stranieri nati in Italia ma a partire dal sedicesimo anno di eta'. E' quanto prevede il disegno di legge presentato dai senatori del gruppo Grandi Autonomie e Liberta', a prima firma di Laura Bianconi e sottoscritto da Mario Ferrara, Antonio Scavone, Giovanni Bilardi, Giovanni Mauro, Giuseppe Compagnone, Lucio Barani, Luigi Compagna e Paolo Naccarato. Il provvedimento intende modificare la legge in materia di cittadinanza (il secondo comma dell'art. 4, della legge 5 febbraio 1992, n. 91) ed e' composto da un solo articolo.

''Lo straniero nato in Italia - si legge nel provvedimento - diviene cittadino: a) se, al raggiungimento dei sedici anni, abbia risieduto legalmente senza interruzioni nel territorio della Repubblica; b) se, al raggiungimento della maggiore eta', dichiari di voler acquistare la cittadinanza italiana e, a tale data, risieda legalmente da almeno cinque anni nel territorio della Repubblica''. Dunque, la proposta e' volta ad introdurre l'acquisto della cittadinanza italiana secondo il principio dello ius soli, sganciandolo dall'elemento volontaristico e anticipandone l'operativita'. Si vuole pero' evitare che il semplice fatto di nascere in Italia possa comportare automaticamente l'acquisto della cittadinanza, ipotesi di ius soli puro, che non e' previsto in alcun paese europeo e che comporterebbe grossi problemi, specie se il nucleo familiare non e' stabile o e' da poco tempo in Italia.

Invece, essere italiani al sedicesimo anni di eta', spiegano i senatori nella relazione introduttiva al ddl, ''potrebbe comportare benefici in relazione allo svolgimento di attivita' lavorative in Italia (concorsi pubblici o svolgimento del servizio militare)''.

Infine, il nuovo articolato prevede che i procedimenti amministrativi di concessione della cittadinanza, ovvero le dichiarazioni di inammissibilita', siano conclusi entro 60 giorni dalla data di presentazione della istanza.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech