domenica 26 febbraio | 13:53
pubblicato il 19/ago/2014 17:00

Immigrati, Frontex: non abbiamo mezzi per assumerci Mare Nostrum

Lo ha dichiarato la portavoce Moncure al Tagesspiegel (ASCA) - Roma, 19 ago 2014 - "Attualmente non abbiamo i mezzi finanziari per assumerci l'onere dell'operazione Mare Nostrum".

Lo ha detto a chiare lettere, in un'intervista al quotidiano tedesco Tagesspiegel, Ewa Moncure, la portavoce di Frontex, l'Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea.

Il giornale tedesco ricorda che l'operazione costa circa 9 milioni di euro al mese ai contribuenti italiani, ma si e' rivelata fondamentale per salvare vite umane, 1.900 solo nell'ultimo finesettimana. "Gli italiani stanno compiendo un lavoro eccellente", spiega sempre al Tagesspiegel il portavoce della Commissione Ue, Antony Gravili, secondo il quale a ottobre - a un anno dalla tragedia di Lampedusa - tutti gli stati membri dovranno impegnarsi a fornire piu' soldi, uomini e mezzi alle operazioni di soccorso nel Mediterraneo. L'Ue ha destinato a Frontex 89 milioni di euro dal bilancio di quest'anno.

Fcs

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech