martedì 06 dicembre | 20:45
pubblicato il 16/giu/2011 14:10

Immigrati/ Frattini: Domani accordo con Cnt per fermare i flussi

"Unhcr sarà pienamente coinvolta"

Immigrati/ Frattini: Domani accordo con Cnt per fermare i flussi

Roma, 16 giu. (askanews) - L'Italia firmerà domani un accordo di cooperazione in materia di contrasto all'immigrazione clandestina con il Consiglio nazionale transitorio (Cnt) di Bengasi, considerato "l'unico rappresentante legittimo del popolo libico". Lo ha riferito, ai microfoni del Tg1, il ministro degli Esteri Franco Frattini. L'intesa, ha spiegato il ministro, avrà l'obiettivo di "prevenire e contrastare i flussi di immigrati irregolari, inclusa la problematica dei rimpatri e, a differenza di quanto si faceva con il regime di Gheddafi, l'Unhcr, cioè l'agenzia dell'Onu per i Rifugiati sarà pienamente coinvolta". I vertici del Cnt, ha assicurato Frattini, "si impegnano da subito al rimpatrio di immigrati clandestini e dimostrano con questo la serietà dell'impegno di mantenere per la Libia la collaborazione con l'Italia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni