venerdì 24 febbraio | 09:31
pubblicato il 12/feb/2011 17:55

Immigrati/ Cei: Benvenga più attenzione per profughi abbandonati

Mons. Crociata: Siamo lieti se aumenta sensibilità e vigilanza

Immigrati/ Cei: Benvenga più attenzione per profughi abbandonati

Roma, 12 feb. (askanews) - "Noi siamo ben contenti che ci sia questa attenzione e vigilanza nei confronti di fasce e gruppi di immigrati, di profughi, che rischiano di rimanere abbandonati a se stessi ed è apprezzabile che si diffonda a tutti i livelli questa attenzione e questa sensibilità". Lo ha dettto il Segretario Generale della Cei Mons. Mariano Crociata, nelle conclusioni del suo intervento a un convengo Conegliano, nel trevigiano, pubblicato dall'Osservatore Romano, commentando la richiesta del ministro degli Interni Roberto Maroni per un 'piano Marshall' europeo per affrontare l'emergenza immigrazione. Il quotodiano della Santa Sede ha dato oggi anche spazio alla riunione straordinaria del Consiglio dei Ministri che ha decvreto lo stato di emergenza umanitaria sulle coste di Lampedusa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech