sabato 10 dicembre | 18:09
pubblicato il 27/mar/2011 17:21

Immigrati/ Casini: Lampedusa non sia l'unica meta

Piano straordinario subito o saremo invasi

Immigrati/ Casini: Lampedusa non sia l'unica meta

Roma, 27 mar. (askanews) - "L'Italia - dichiara il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini - deve accogliere i rifugiati e gli esuli politici, come gli eritrei e i somali, che scappano da regimi spaventosi. Ma il nostro Paese non può diventare la meta di tutti i clandestini che dalla Tunisia e dal resto del Maghreb partono verso l'Europa e si fermano a Lampedusa". "Qui - sottolinea il leader Udc - non si tratta di evocare le categorie dell'umanitarismo e dell'accoglienza, né di leggere la drammaticità di queste ore con le vecchie categorie della destra e della sinistra. Le leggi vanno rispettate e chi è illegale deve essere rispedito nel proprio Paese. Se non appronteremo nelle prossime ore un piano straordinario - conclude - , saremo invasi mentre il resto dell'Europa resterà a guardare la scena tenendo le dovute distanze".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina