giovedì 19 gennaio | 08:28
pubblicato il 09/ott/2013 20:19

Immigrati: Bitonci, ripristinare reato clandestinita'. Pdl sia coerente

Immigrati: Bitonci, ripristinare reato clandestinita'. Pdl sia coerente

(ASCA) - Roma, 9 ott - ''L'abolizione del reato di immigrazione clandestina e' una vergogna. E' un messaggio che lanciato in questo momento puo' destabilizzare la sicurezza e i flussi migratori verso il Paese. Ci batteremo in Aula per reintrodurre il reato di immigrazione clandestina''. Lo afferma Massimo Bitonci commentando il si' in commissione giustizia dell'emendamento del M5s che abolisce il reato di clandestinita' contenuto nel pacchetto sicurezza approvato nel 2009.

''Il ministro Alfano e tutto il Pdl - aggiunge - siano coerenti con quanto hanno fatto e detto fino ad oggi e pongano rimedio a questo grave errore anche perche' l'introduzione del reato di clandestinita' era stato approvato, anche con i loro voti, nella scorsa legislatura con il pacchetto sicurezza del ministro Maroni''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina