giovedì 08 dicembre | 13:59
pubblicato il 16/mag/2014 18:18

Immigrati: Binetti, bene Mare Nostrum ma ora creare sviluppo Africa

Immigrati: Binetti, bene Mare Nostrum ma ora creare sviluppo Africa

(ASCA) - Roma, 16 mag 2014 - ''L'approvazione delle mozioni per il proseguimento dell'operazione Mare Nostrum e' un passo avanti. Ma se non costruiamo un ponte tra Italia e Africa in grado di sostenere davvero la solidarieta' europea, puntando anche sulla formazione e la promozione dei giovani africani nei loro Paesi per crearvi sviluppo e benessere, resteremo alle buone intenzioni''. Lo ha affermato la deputata Udc Paola Binetti durante il convegno alla Camera 'Ponte d'oro Italia - Africa. Argine prima del deserto'. ''Per andare oltre le parole - sottolinea Binetti - occorre coinvolgere le autorita' politiche, diplomatiche e istituzionali italiane, europee ed africane. Solo condividendo il valore del rispetto della dignita' umana e della vita di ogni uomo puo' contribuire a promuovere e concordare azioni concrete per evitare altri viaggi della morte e stragi in mare''.

com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni