mercoledì 18 gennaio | 23:23
pubblicato il 29/mar/2011 21:10

Immigrati/ Berlusconi prova a limitare danni e va a Lampedusa

Oltre a emergenza teme danno immagine anche pensando a elezioni

Immigrati/ Berlusconi prova a limitare danni e va a Lampedusa

Roma, 29 mar. (askanews) - La necessità di bilanciare accoglienza e fermezza. Una emergenza che si aggrava di ora in ora. Tante ricette sul tavolo, dal risarcimento per chi torna in patria alla ripartizione su base regionale dei profughi. E, come da giorni insiste la maggioranza, la distizione tra profughi e clandestini. Siccome nel pomeriggio di oggi il governo era ancora lontano dall'avere sciolto questi nodi, la decisione è stata quasi obbligata: rinvio del consiglio dei ministri, vertice di governo serale convocato in tutta fretta a Palazzo Grazioli e visita domani a Lampedusa del presidente del Consiglio. Il Cavaliere sarà sull'isola dell'emergenza intorno alle 13. Il programma non è ancora ufficiale, alcuni consiglieri del presidente del Consiglio gli avrebbero sconsigliato la visita. Ma Berlusconi, preoccupato della situazione e anche dell'immagine emergenziale che sta emergendo (anche in vista delle elezioni), avrebbe insistito per volare in Sicilia. Per preparare il consiglio dei ministri - slittato da domani alle 9.30 di giovedì - il premier ha convocato un vertice serale con i ministri competenti. E' invece slittata la riunione del Cavaliere con alcuni big del Pdl (La Russa, Gasparri e Corsaro) convocata per il tardo pomeriggio di oggi. Ma c'è anche un fronte interno ad agitare le giornate di Berlusconi. E' quello dei Responsabili, sempre più in sofferenza e pronti a reclamare quanto promesso loro in termini di posti di governo. Le previste nomine di Calearo, Bernini e Misiti, in agenda per domani, difficilmente si concretizzeranno. I deputati responsabili, spaccati al loro interno, reclamano quattro posti di sottogoverno. Ma sui nomi è ancora stallo, tanto che a sera non si era ancora tenuta la prevista riunione di Verdini con i rappresentanti della terza gamba della maggioranza. I segnali di fastidio si moltiplicano, mettendo a repentaglio la tenuta in Aula della maggioranza: oggi alla Camera il centrodestra è stato battuto su un provvedimento che disciplina l'attività edilizia. A breve, però, i deputati saranno chiamati a decidere sul conflitto di attribuzione e giustizia, materie rispetto alle quali non sono ammesse defezioni.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina