lunedì 05 dicembre | 01:25
pubblicato il 14/ago/2012 09:24

Ilva/ Vendola: Soluzione forse "a ore", è negli atti giudiziari

Il governatore: L'Ilva potrebbe presentare piano

Ilva/ Vendola: Soluzione forse "a ore", è negli atti giudiziari

Roma, 14 ago. (askanews) - "Nelle prossime ore la partita potrebbe anche sbloccarsi": è l'auspicio pieno di speranza del governatore della Puglia Nichi Vendola a proposito della vicenda dell'ilva di Taranto. "Qui a Bari al tavolo degli incontri che ho avuto con l'Ilva e i sindacati, abbiamo scelto un'altra strada rispetto a quella di Roma" osserva Vendola. "L'esecutivo per bocca del segretario Catricalà ha attivato un conflitto con i giudici di Taranto". Invece, dice Vendola, "dal tavolo pugliese è partito un rilancio positivo del confronto con la magistratura". In chiaro: si è chiesto all'Ilva di confermare "una svolta radicale su ambiente e salute" con "atti concreti e impegnativi che assomiglino molto al cronoprogramma per la fabbrica di chi ha disposto il seqeustro dell'area a caldo, cioè la Procura". E gli sviluppi con una piano di bonifica dell'Ilva potrebbero arrivare "a ore" secondo il governatore. Per Vendola la soluzione sta nell'analisi meticolosa delle carte della Procura perché "lì dentro c'è il percorso da compiere per evitare la chiusura ambientalizzando finalmente la fabbrica" ma "L'Ilva deve presentarsi disarmata" e dare "un gesto forte di stacco definitivo con il passato, rompere la spirale fabbrica-malattia". Vendola rifiuta la contrapposizione operai/magistrati. "Fra gli operai la sensibilità sull'ambiente è cresciuta tanto, sanno bene che ne va della loro salute". Ma ci sono, dice, "tanti nemici della mediazione": "da una parte l'industrialismo cieco, vecchio stile, tipo Italsider che ha avvelenato le nostre città. Dall'altra l'ambientalismo fondamentalista che pensa di fare a meno dell'industria. Roba da reazionari". Quanto all'azione politica "c'è uno spaventoso vuoto normativo in materia. Non a caso è scattato l'intervento della magistratura. Mi sarei aspettato" conclude Vendola "perciò una attenzione molto più scrupolosa sul profilo delle competenze di ciascuno, prima di far scattare un conflitto come quello aperto davanti alla Consulta".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari