martedì 06 dicembre | 07:05
pubblicato il 16/nov/2013 12:04

Ilva: Vendola, mi vergogno ma non ho mai scherzato su cancro

Ilva: Vendola, mi vergogno ma non ho mai scherzato su cancro

(ASCA) - Roma, 16 nov - ''In quella sequenza Girolamo Archina' introduce un involontario effetto comico: quello 'scatto felino' e' l'unico vero oggetto della mia ilarita', non l'atto di chiusura nei confronti di un giornalista. Su questo atto vorrei esprimere le mie scuse al giornalista: non ho mai avuto compiacenza verso azioni di questo genere. Mi dispiace che passi l'idea che io voglia disconoscere il lavoro del cronista: quel riferimento e' stato da parte mia un atto di superficialita'''. Lo ha affermato il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, a seguito delle polemiche sulla sua telefonata con Girolamo Archina', ex responsabile delle relazioni istituzionali dell'Ilva. In un'intervista a 'l'Unita'', Vendola ha spiegato che ''senza l'immagine del contesto non si capisce nulla di quella telefonata. Bisogna conoscere gli interlocutori di Ilva, molti sono bestie nere, specialisti del muro di gomma. Mentre Archina' si presentava come un interlocutorie disponibile a fare pressioni sulla proprieta' per aprire alle questioni che noi ponevamo. E' stata una battuta che mi serviva per iniziare la telefonata con il responsabile istituzionale dell'Ilva, in un passaggio particolarmente delicato della vicenda''.

Concetto ribadito anche in un'intervista a 'Repubblica' in cui Vendola ha aggiunto che non permettera' ''a nessuno di sollevare dubbi sulla mia onesta' intellettuale e di manipolare la realta' in maniera cosi' strumentale e volgare.

Io - ha ribadito - ho semplicemente commentato con Archina', sorridendo, il suo 'guizzo felino' in occasione di un'intervista a Emilio Riva e chiunque ascolti quella telefonata si rende conto che io non rido dei tumori''. Ad ogni modo ''provo un po' di vergogna per avere riso in qualche modo di un giornalista che stava facendo il suo lavoro''.

Per il leader di Sel, intervistato anche dal 'Manifesto, ''siamo davanti ad un atto delinquenziale, un operazione costituita da una centrale di diffamazione e calunnie che ha le sue radici a Taranto e non solo. Agiro' in ogni sede legale. Mi difendero'''.

red-brm/fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari