domenica 04 dicembre | 17:19
pubblicato il 12/set/2013 19:19

Ilva: Polverini (Pdl), ministri riferiscano subito in Parlamento

Ilva: Polverini (Pdl), ministri riferiscano subito in Parlamento

(ASCA) - Roma, 12 set - ''I veri rischi per il Paese vengono da politiche poco coraggiose e da un certo estremismo di alcuni magistrati come dimostra la vicenda Ilva sulla quale chiediamo che i ministri Giovannini, Zanonato e Orlando riferiscano subito al Parlamento circa le iniziative che intendono prendere per scongiurare la desertificazione industriale di Taranto e la fine dell'acciaieria in Italia''. Cosi' Renata Polverini (Pdl), in una nota. ''Sono allibita di fronte all'ennesimo stop and go imposto ad una fabbrica che rappresenta un simbolo dell'autonomia italiana nella produzione di un materiale base per tutte le altre attivita' e non un totem da abbattere come sembra ritengano alcuni anche nell'ambito politico. Occorre intervenire subito prima che la sacrosanta protesta degli operai esploda e la rappresaglia ingiustificabile della proprieta' sia portata alle conseguenze piu' estreme'', conclude la deputata.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari