lunedì 05 dicembre | 16:17
pubblicato il 25/set/2013 20:37

Ilva: Orlando, Ue aprira' infrazione. Ma positivo giudizio ruolo governo

Ilva: Orlando, Ue aprira' infrazione. Ma positivo giudizio ruolo governo

(ASCA) - Roma, 25 set - Nonostante l'imminente apertura di una procedura d'infrazione per l'Italia relativa al caso Ilva, il commissario Ue all'Ambiente, Janez Potocnik, ''ha espresso un giudizio positivo sul percorso intrapreso dal governo'' relativamente al dossier.

Lo riferisce in una nota il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, che ha incontrato questa mattina Potocnik a New York, negli uffici della rappresentanza dell'Unione europea.

''Nel corso del lungo e cordiale colloquio sono stati affrontati sia i temi relativi alla futura presidenza italiana dell'Unione nel 2014, sia quelli inerenti le procedure di infrazioni contestate all'Italia in materia ambientale'', informa l'esponente del governo Letta.

In merito al dossier Ilva, Orlano ha ricordato a Potocnik che ''dopo aver verificato come il primo percorso di bonifica intrapreso nel 2012 non avesse dato pieni risultati, per rispondere all'emergenza ambientale di Taranto, il governo ha deciso sin dai primi giorni del suo insediamento di compiere la scelta radicale del commissariamento dell'azienda''.

Orlando ha quindi evidenziato al suo interlocutore ''il costante impegno del governo per la bonifica dello stabilimento, uno sforzo che, grazie soprattutto al decreto di commissariamento dell'azienda, consentira' nelle prossime settimane di elaborare un piano di risanamento destinato a diventare il fulcro dell'azione del Commissario Bondi e del Subcommissario Ronchi''. Orlando ha anche illustrato a Potocnik gli ingenti costi economici di quest'azione di risanamento.

''Il commissario Potocnik - riferisce Orlando - ha ascoltato con attenzione i passaggi di questo percorso innovativo precisando che la procedura di infrazione che molto probabilmente si aprira' domani dovra' essere letta come uno stimolo ad andare avanti in un raccordo sempre piu' stretto tra istituzioni italiane e comunitarie per la soluzione del problema. Potocnik ci ha spiegato che le contestazioni relative al caso Ilva non si riferiscono all'azione del governo e ci ha confermato il suo giudizio positivo su un percorso avviato con il decreto dello scorso giugno'', conclude il ministro dell'Ambiente.

com-stt/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari