venerdì 02 dicembre | 23:52
pubblicato il 04/giu/2013 12:00

Ilva/ Orlando: Non è esproprio, commissariamento legato ad Aia

"Garanzie che risorse reperite vadano a risanamento"

Roma, 4 giu. (askanews) - Il commissariamento dell'Ilva "è fortemente connesso all'andamento dell'Aia e l'orizzonte massimo è quello previsto dalla realizzazione dell'Aia: questo chiarisce che non è un esproprio o una limitazione senza ratio della proprietà ma una decisione legata agli obiettivi che la legge propone". Lo ha chiarito il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, del Pd, nella conferenza stampa seguita al Cdm che ha varato il decreto. Orlando ha espresso la sua soddisfazione per i passaggi previsti dal decreto: "Un sub commissario all'ambiente, una struttura di esperti nominata dal ministero dell'Ambiente, e la garanzia che le risorse reperite siano utilizzate per il percorso di risanamento. Questi strumenti consentono di ripartire".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari