giovedì 23 febbraio | 00:20
pubblicato il 12/set/2013 19:30

Ilva: Maroni, chiedero' incontro urgente su Riva Acciaio

(ASCA) - Milano, 12 set - Roberto Maroni vuole vederci chiaro sulla decisione di Riva Acciaio di sospendere l'attivita' degli stabilimenti italiani. ''Come presidente della Regione Lombardia - spiega - sono fortemente preoccupato per la decisione, annunciata dal Gruppo Riva, di bloccare tutte le attivita' dell'azienda esterne al perimetro gestionale dell'Ilva, relative a sette stabilimenti, in cui sono impiegati circa 1.400 addetti, di cui ben 650 nella sola Lombardia, che, numeri alla mano, sarebbe la regione piu' colpita in termini di ricadute occupazionali''.

Per Maroni, e' questa ''una decisione di una gravita' inaudita, soprattutto in un momento di crisi economica e occupazionale quale quello che stiamo vivendo''. Percio', annuncia il governatore lombardo, ''chiedero' un colloquio con urgenza ai vertici aziendali del Gruppo e un incontro con il ministro delle Attivita' Produttive, per capire come intende muoversi il Governo di fronte a una situazione cosi' grave''.

fcz/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech