martedì 17 gennaio | 01:57
pubblicato il 05/giu/2013 12:00

Ilva/ Letta: Non è esproprio, decreto è la scelta giusta

"Risanamento lo paga l'azienda, ma fabbrica continua a produrre"

Ilva/ Letta: Non è esproprio, decreto è la scelta giusta

Roma, 5 giu. (askanews) - Il commissariamento dell'Ilva "non è un esproprio perchè è una misura temporanea, e perchè gli 8 miliardi della famiglia Riva con cui si paga il risanamento ambientale sono già stati bloccati dalla magistratura". Lo ha ribadito il premier Enrico Letta, ospite di 'Otto e mezzo'. "Se la fabbrica chiudesse - ha fatto notare Letta - non ci sarebbero neanche le bonifiche, oltre a un disastro occupazionale di 40mila famiglie che si trovano sul lastrico. E, Far ripartire lo stabilimento era la scelta migliore: è un decreto equilibrato, fatto nel dialogo con l'autorità giudiziaria, e ho fiducia che sia la scelta giusta". Del resto Quanto alal scelta di Enrico Bondi come commissario, "è lì da due mesi, non è responsabile delle vicende precedenti, ma è in grado di agire subito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello