lunedì 23 gennaio | 05:44
pubblicato il 21/gen/2013 17:48

Ilva: Finocchiaro, si lavori per dissequestro vincolato

Ilva: Finocchiaro, si lavori per dissequestro vincolato

(ASCA) - Roma, 21 gen - ''La questione dell'Ilva di Taranto non puo' piu' aspettare. La pronunzia della Corte Costituzionale rischia di arrivare troppo tardi, quando i fatti avranno avuto gia' un loro esito. E' una ulteriore prova che lo strumento giurisdizionale, e quello penale in particolare, anche quando adoperati in piena legittimita', non sono utilizzabili per risolvere questioni cosi' complesse. Il sequestro delle tonnellate di acciaio gia' prodotte taglia liquidita' e risorse indispensabili per l'attuazione dell'Aia e per la produzione sia a Taranto che negli altri stabilimenti italiani e, quindi, per avviare le misure a tutela della salute dei tarantini e dell'ambiente circostante, oltre che per tutelare i sacrosanti diritti dei lavoratori, sia quelli che resterebbero addetti, sia quelli che andrebbero in Cig''. Lo dichiara Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd e capolista in Puglia al Senato alle prossime elezioni politiche. ''Sono d'accordo con il Presidente Vendola, infatti, circa la destinazione delle risorse che deriverebbero dalla vendita dell'acciaio dissequestrato. Il conflitto tra produzione, salute e ambiente - continua Finocchiaro - non e' questione solo tarantina ma di tutti i paesi industrializzati e, anche in questo senso, quella pugliese e' questione nazionale. Che non puo' essere risolta aggiungendo conflitto a conflitto.

Nella contrapposizione drammatica tra il lavoro, l'economia di un intero territorio e la salute, il decreto del Governo convertito qualche settimana fa ha rappresentato una approssimazione certo utile per dare una risposta nell'urgenza ma non esaustiva. Altri decreti pero' ora non servono. Non e' utile alimentare ulteriori tensioni tra poteri''. ''Sarebbe piu' utile che anche la proprieta' si adoperasse per l'unica soluzione possibile che ci pare essere quella del dissequestro vincolato. Io credo sia arrivato, per tutti, il tempo della assunzione di una responsabilita' comune. Non e' piu' il tempo per distinguersi'', conclude Finocchiaro. com-ceg/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4