domenica 04 dicembre | 00:56
pubblicato il 13/set/2013 19:31

Ilva: Fasoli(Pd), acciaieria Verona rischia baratro con 500 operai

Ilva: Fasoli(Pd), acciaieria Verona rischia baratro con 500 operai

(ASCA) - Venezia, 13 set - ''La vicenda dell'Ilva di Taranto rischia di trascinare nel baratro anche le altre aziende collegate, comprese quelle che hanno ordini e potrebbero continuare a produrre, come nel caso della Riva Acciai di Verona''.

Lo sottolinea in una nota Roberto Fasoli (Pd), consigliere regionale del Veneto e vice presidente della commissione Attivita' Produttive, intervenendo sulla ''drammatica situazione'' della Riva Acciaio di Verona conseguente alla vicenda dell'Ilva di Taranto, che mette a rischio l'occupazione per quasi 500 lavoratori nel solo Veneto.

''Bisogna intervenire subito con decisione - afferma Fasoli - a partire dal livello di Governo, per far si' che la crisi dell'Ilva non trascini con se' la perdita di attivita' produttive con la distruzione di migliaia di posti di lavoro e con conseguenze disastrose per l'economia nazionale e per migliaia di famiglie. Se necessario, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, si nomini un commissario per le aziende sane e le si metta in condizione di operare''. Fasoli evidenzia che la Riva Acciai di Verona ha un portafoglio ordini che le permetterebbe di continuare la produzione salvando centinaia di posti di lavoro. ''In qualita' di vicepresidente della commissione regionale per le Attivita' produttive - informa il democratico - ho chiesto all'assessore Elena Donazzan di intervenire presso il governo, perche' metta in atto tutte le azioni necessarie a salvare la situazione, trovando in lei ampia disponibilita'. Dopo gli incontri a livello nazionale e locale, se necessario e se richiesto dalle parti sociali - conclude Fasoli - credo sia utile aprire un tavolo anche a livello regionale per mobilitare tutte le energie disponibili a sostegno della salvaguardia dello stabilimento di Verona e delle centinaia di posti di lavoro''. com-stt/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari