domenica 19 febbraio | 18:32
pubblicato il 24/gen/2013 18:12

Ilva: Bonelli, futuro di Taranto e' in riconversione industriale

Ilva: Bonelli, futuro di Taranto e' in riconversione industriale

(ASCA) - Roma, 24 gen - ''Il futuro di Taranto sta nella conversione industriale e nel superamento di un ciclo produttivo basato sulla diossina''. Lo dichiara Angelo Bonelli, presidente dei Verdi. candidato nelle Liste di Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia. ''Non ci sono altre soluzioni - aggiunge - visto che l'area a caldo dell'Ilva e' incompatibile con la vita e con la salute della delle persone che vivono e lavorano a Taranto''. Conclude Bonelli: ''Al ministro Clini che ha predisposto un decreto incostituzionale per tutelare le ragioni dell'azienda e a Massimo D'Alema che sostiene quel decreto dicendo che e' stato fortemente voluto e sostenuto dal Pd facciamo due domande. Quante vite umane vale una tonnellata d'acciaio? Che valore ha la Costituzione se la si puo' violare senza colpo ferire visto che non i Verdi, ma il Gip di Taranto sostiene che il decreto di Clini viola 17 articoli della Costituzione?''. com-gar/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Sinistra
Scotto lascia Si: non serve partito ma nuovo centrosinistra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia