sabato 10 dicembre | 02:08
pubblicato il 21/mar/2014 12:00

Il Papa abbraccia don Ciotti, entrano in chiesa per mano

In parrocchia per veglia anti-mafia Bindi, Grasso e Marino

Il Papa abbraccia don Ciotti, entrano in chiesa per mano

Roma, 21 mar. (askanews) - Papa Francesco è giunto, a bordo della consueta berlina blu, nella parrocchia di san Gregorio VII, poco dopo le 17.30, per presenziare una veglia di preghiera per le vittime della mafia. Jorge Mario Bergoglio, che ha salutato con la mano la folla di fedeli che lo attendeva fuori dalla chiesa dal finestrino abbassato, una volta giunto di fronte alla chiesa, dopo aver tirato su il finestrino, è sceso dall'auto ed ha abbracciato don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, che lo ha poi accompagnato dentro la chiesa tenendolo per mano. Accanto a lui il parroco, il francescano Paolo Maiello. Tra le autorità presenti dietro le transenne all'inizio della navata centrale, la presidente della commissione anti-mafia Rosy Bindi, il sindaco di Roma Ignazio Marino, e Pietro Grasso, presidente del Senato ed ex procuratore anti-mafia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina