sabato 25 febbraio | 17:34
pubblicato il 22/ago/2014 14:50

Il Mattinale (Fi): su giustizia conservatorismo manettaro di M5S

La verita' sul falso in bilancio, il bidone dell'autoriciclaggio (ASCA) - Roma, 22 ago 2014 - "Giustizia grillina. Insulti a parte, che ormai sono una colonna sonora banale, la linea dei grillini sulla giustizia e' il conservatorismo manettaro. E qui ci riferiamo a due questioni su cui loro battono e ribattono con accenti da purificatori sanguinari. Se vincono loro, ad essere impiccati sarebbero artigiani e piccoli industriali che in Veneto e in Lombardia hanno votato 5 Stelle". Lo scrive, nelle sue parole chiave, "Il Mattinale", la nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia della Camera dei deputati.

"La verita' sul falso in bilancio", prosegue Il Mattinale. "Fu depenalizzato dal governo Berlusconi, su richiesta di Confindustria e anche delle Coop rosse. Le procure quando trovavano errori nei bilanci, fatti magari in buona fede o per necessita', li intendevano come maniera per procurarsi fondi per la corruzione. Si era ingenerato un vero e proprio terrore tra imprenditori piccoli e grandi. Si stabili' che restasse in campo penale solo su denuncia di un socio o di azionista. Ora che succederebbe con il ripristino tal quale del reato? Di nuovo incertezza, paura, caccia al corruttore tra le righe di ogni foglio. Puro conservatorismo manettaro. C'e' un ulteriore falso sul falso in bilancio. E cioe' che modulare il reato da amministrativo a penale sulla base della quantita' - come pare proporre il ministro Orlando, peraltro osteggiato anche da molti dei suoi - sarebbe un piacere a Berlusconi. Berlusconi non c'entra nulla, non dirige piu' societa', non e' questione sua. E' una questione degli imprenditori, e alla fine degli italiani. I grillini e un'ala del Pd vogliono che sia perseguibile d'ufficio qualunque errore di bilancio, sono contro artigiani, commercianti e imprenditori. Confcommercio, Confartigianato, Confindustria sono con noi".

"Il bidone dell'autoriclaggio. Questo e' un reato da regime di polizia fiscale. In pratica in che cosa consiste? Se un pizzaiolo evade un tot di tasse, e con quel che ha sottratto al fisco compra una farina di qualita' superiore per fare meglio le sue pizze, non e' passibile solo della sacrosanta multa per non aver corrisposto le giuste imposte, ma viene denunciato per il reato penale, punito con anni e anni di carcere, di autoriciclaggio.

Una norma da pazzi. Farlo sapere in giro. E smettere di lasciar passare che sia una forma di lotta alla corruzione ", conclude "Il Mattinale".

Pol/Ska

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech