martedì 06 dicembre | 02:37
pubblicato il 25/giu/2011 16:34

Idv/ Di Pietro: Non vogliamo rappresentare nicchietta ma popolo

Andare oltre il mero antiberlusconismo con proposte concrete

Idv/ Di Pietro: Non vogliamo rappresentare nicchietta ma popolo

Roma, 25 giu. (askanews) - "Oggi noi sentiamo la responsabilità, il diritto ma anche il dovere, di proporci come alternativa. Per fare questo abbiamo bisogno di andare oltre il mero antiberlusconismo, con proposte concrete in termini di occupazione, lavoro, difesa dell'ambiente, difesa della salute, infrastrutture e modernità". Lo afferma il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, in un intervento pubblicato sul suo blog. "In un'ottica di questo genere - prosegue - l'Italia dei valori intende dialogare con le forze politiche che intendono dialogare con l'Idv, ma soprattutto intende dialogare con tuti i cittadini facendo sapere loro che noi non vogliamo rappresentare solo una nicchietta, né di destra né di sinistra, ma vogliamo rappresentare il popolo che indipendetemente alle ideologie mette al primo posto valori e concretezza. L'Idv sicuramente ha professionalità, competenza e capacità per dare il proprio contributo nel costruire questa alternativa". "L'Italia dei valori - sottolinea Di Pietro - è una formazione politica che aspira a diventare un partito politico di massa, che intende parlare di solidarietà, di legalità, di libertà, di rispetto delle regole del gioco secondo il principio di legalità che abbiamo ribadito con il referendum. Quindi ci rivolgiamo a tutti i cittadini, a quei cittadini del referendum che, da destra e da sinistra, hanno detto che la legge deve essere uguale per tutti, che i servizi fondamentali devono essere a disposizione di tutti e non soltanto di chi può permettersi di pagarli e che su alcune scelte di fondo bisogna evitare di distruggere il Paese, come sarebbe capitato con le centrali nucleari. In questa ottica noi, da partito di massa, parliamo a tutti questi cittadini di problemi concreti". "Berlusconi - conclude l'ex pm - è alla fine della sua storia politica ma noi dobbiamo costruire la nostra storia politica, quella di un partito popolare di massa che parla a tuti i cittadini ben sapendo che il lavoratore non c'è se non c'è l'imprenditore, e l'imprenditore non è tale ma è semplicemente un faccendiere se non mette al primo posto i diritti dei lavoratori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari