lunedì 27 febbraio | 20:29
pubblicato il 17/ago/2012 10:57

Idv/ Di Pietro: Macchè solo, è il Pd a non essere più riformista

Ex pm: A Vasto lancio nostro progetto, chi ci sta ci sta

Idv/ Di Pietro: Macchè solo, è il Pd a non essere più riformista

Roma, 17 ago. (askanews) - "Sono 'solo' con milioni di italiani che pensano, come me, d'esser finiti dalla padella nella brace. Non rimpiango Berlusconi perchè ha rovinato il Paese, però Monti l'ha ulteriormente impoverito raccogliendo soldi nel modo più banale: mettendo tasse e mandando a casa gli esodati, invece di prendersela con gli scudati e mettere la patrimoniale. Serve una politica alternativa: io mi batto perchè si realizzi alle prossime elezioni". E' quanto afferma il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in un'intervista a Qn. Con il Pd il discorso sembra chiuso perchè "se c'è qualcuno che non vuole più fare una politica riformista e di centrosinistra non sono io, che continuo a farla, ma il Pd. Il mio progetto politico è chiaro e lo presenterò il 21 settembre a Vasto: voglio proteggere le fasce deboli del Paese, il ceto medio colpito al cuore da Monti e quelle aziende che investono in Italia. Di qui una serie di proposte che vanno dalla raccolta di firme per un grappolo di referendum che puntano al ripristino dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e del contratto nazionale di lavoro inderogabile nei diritti minimi o all'abolizione del finanziamento ai partiti per arrivare all'eliminazione dell'indennità parlamentare. Queste sono le nostre battaglie, chi vuole ci sta". Vendola? "Parlo tranquillamente con Vendola - aggiunge a proposito della 'vecchia' foto di Vasto -. Ma la personalizzazione del progetto è riduttiva: saranno i cittadini a dire se quella speranza è morta. Io non sono come Casini che vuole il consenso a tutti i costi, dato che ai cittadini dice votatemi e mi metto con chi offre di più. Io dico chiaramente ciò che voglio, e spero che la riforma elettorale costringa a formare le coalizioni prima del voto". Infine "inutile tirare per la giacchetta" Grillo, "ha deciso di andare da solo. Finora in Parlamento l'Idv è stata l'unica a fare certe battaglie: sono contento se arriva un altro movimento che le fa, perchè l'unione fa la forza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech