venerdì 20 gennaio | 04:38
pubblicato il 17/ago/2012 10:57

Idv/ Di Pietro: Macchè solo, è il Pd a non essere più riformista

Ex pm: A Vasto lancio nostro progetto, chi ci sta ci sta

Idv/ Di Pietro: Macchè solo, è il Pd a non essere più riformista

Roma, 17 ago. (askanews) - "Sono 'solo' con milioni di italiani che pensano, come me, d'esser finiti dalla padella nella brace. Non rimpiango Berlusconi perchè ha rovinato il Paese, però Monti l'ha ulteriormente impoverito raccogliendo soldi nel modo più banale: mettendo tasse e mandando a casa gli esodati, invece di prendersela con gli scudati e mettere la patrimoniale. Serve una politica alternativa: io mi batto perchè si realizzi alle prossime elezioni". E' quanto afferma il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, in un'intervista a Qn. Con il Pd il discorso sembra chiuso perchè "se c'è qualcuno che non vuole più fare una politica riformista e di centrosinistra non sono io, che continuo a farla, ma il Pd. Il mio progetto politico è chiaro e lo presenterò il 21 settembre a Vasto: voglio proteggere le fasce deboli del Paese, il ceto medio colpito al cuore da Monti e quelle aziende che investono in Italia. Di qui una serie di proposte che vanno dalla raccolta di firme per un grappolo di referendum che puntano al ripristino dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori e del contratto nazionale di lavoro inderogabile nei diritti minimi o all'abolizione del finanziamento ai partiti per arrivare all'eliminazione dell'indennità parlamentare. Queste sono le nostre battaglie, chi vuole ci sta". Vendola? "Parlo tranquillamente con Vendola - aggiunge a proposito della 'vecchia' foto di Vasto -. Ma la personalizzazione del progetto è riduttiva: saranno i cittadini a dire se quella speranza è morta. Io non sono come Casini che vuole il consenso a tutti i costi, dato che ai cittadini dice votatemi e mi metto con chi offre di più. Io dico chiaramente ciò che voglio, e spero che la riforma elettorale costringa a formare le coalizioni prima del voto". Infine "inutile tirare per la giacchetta" Grillo, "ha deciso di andare da solo. Finora in Parlamento l'Idv è stata l'unica a fare certe battaglie: sono contento se arriva un altro movimento che le fa, perchè l'unione fa la forza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale