domenica 04 dicembre | 07:30
pubblicato il 26/ago/2011 18:21

I piccoli comuni festeggiano a Roma: "L'accorpamento non ci sarà"

Incontro con il governo, alla fine c'è soddisfazione

I piccoli comuni festeggiano a Roma: "L'accorpamento non ci sarà"

Un successo e un impegno. Questo è quanto sono riusciti ad ottenere i sindaci dei comuni sotto i mille abitanti, una cui delegazione ha incontrato il sottosegretario Gianni Letta per far sentire la propria contrarietà all'articolo 16 della manovra, che prevede l'accorpamento dei piccoli centri. Accorpamento che, come spiegato dalla presidente dell'Anpci e sindaco di Marsala Franca Biglio al termine della riunione, non ci sarà. Biglio poi ha parlato anche dell'atteggiamento di Gianni Letta verso i piccoli comuni. Nonostante resti in piedi l'art. 16, a scongiurare l'accorpamento sarà un emendamento alla manovra, di cui oggi i sindaci hanno avuto una prima bozza. E ora per i sindaci è il momento di esultare. Gli analisti politici quindi vedono un successo per le istanze della Lega, da sempre vicina agli enti locali, ma il Pdl, prevedono, continuerà a insistere su pensioni e Iva.

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari