venerdì 24 febbraio | 06:48
pubblicato il 03/giu/2014 12:00

Gubitosi:Lo sciopero della Rai è un errore,ringiovanire l'azienda

Mai visto Renzi, quando vorrà gli illustrerò la situazione

Gubitosi:Lo sciopero della Rai è un errore,ringiovanire l'azienda

Roma, 3 giu. (askanews) - "Questo sciopero è un errore. La Rai fa parte del sistema. Ci è stato chiesto un sacrificio, e noi lo faremo. La Rai deve lavorare ancora di più per essere promotrice del cambiamento che il Paese chiede e di cui può e deve essere parte. Io poi vengo dal privato; sono abbastanza alieno dal concetto di sciopero per una richiesta dell'azionista". Lo dice il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, in una intervista al Corriere della Sera. Quanto all'Usigrai, il sindacato interno, che teme che il decreto del governo sia per Gubitosi un 'lasciapassare per ridimensionare il personale', il dg spiega: "Non credo di aver bisogno di un lasciapassare. Stiamo lavorando alla revisione del piano industriale che ha già ridotto il personale: dal 2013 sono uscite 700 persone. La Rai va ringiovanita. Abbiamo una popolazione anziana; fa parte del piano e della natura delle cose ridurre una parte della popolazione più anziana e assumere, anche se in numero minore, dei giovani". I 150 milioni di taglio chiesto dal governo verranno dalla quotazione di Rai Way che, osserva Gubitosi, "mentre in molti obiettano è già operativa. Abbiamo selezionato un gruppo di banche, di advisor. Chiudere entro l'anno è un programma ambizioso ma raggiungibile". Altri risparmi verranno dalle sedi regionali: "Preferisco parlare non di tagli ma di ottimizzazione, di crescita. In questi due anni i costi di esercizio della Rai sono scesi di quasi cento milioni l'anno. Abbiamo riportato la Rai in attivo nonostante il continuo calo della pubblicità e il mancato adeguamento del canone. Abbiamo ridotto i costi esterni, tagliato cose storiche, creando anche frizioni con alcuni personaggi interni; e abbiamo investito in tecnologia. La digitalizzazione della Rai era il titolo di un libro ancora da scrivere, ora è un fatto". Gubitosi spiega quindi di non avere mai incontrato il premier Matteo Renzi: "In passato ho chiesto di vederlo per presentargli il piano in corso. Ne ho poi parlato con altri esponenti del governo. Quando lo riterrà opportuno ci incontreremo e gli presenterò la situazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech