domenica 04 dicembre | 05:18
pubblicato il 31/dic/2014 10:14

Grillo: Italia e Grecia fuori da Euro, ristrutturare debito

"Posizione Tsipras? Un controsenso, anzi un suicidio"

Grillo: Italia e Grecia fuori da Euro, ristrutturare debito

Roma, 31 dic. (askanews) - "La vicenda greca conferma l'opportunità di una uscita dall'Euro da parte dell'Italia. Come può Tsipras pensare di risollevare il suo paese rimanendo nell'Euro? Come pensa di fare gli interessi del suo paese senza ridargli la sovranità monetaria?". E' quanto scrive sul suo blog il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, in un post dal titolo "#Grecia - Italia: stessa faccia, stessa razza, stessa sovranità monetaria".

"La Grecia deve rimborsare agli investitori privati (per lo più banche estere) 15 miliardi di euro di debito nel 2015. Tsipras - aggiunge Grillo - si avvia a vincere le elezioni sulla promessa di ripudiare il debito e l'austerity ma senza uscire dall'Euro. Un controsenso, anzi un suicidio. Ripudiare il debito non risolverà i problemi della Grecia che invece solo con un ritorno alla sovranità monetaria potrebbero essere gestiti. Per questo il mercato ha reagito male, perché la ricetta 'Euro confusa' di Tsipras, tanto elogiato dalla sinistra italiana durante la campagna per le europee, è quanto di peggio il paese possa auspicare".

"Ripudiare il debito senza uscire vuol dire inasprire le relazioni con i partner europei senza avere voce in capitolo e soprattutto senza acquisire strumenti monetari di gestione attiva della crisi. L'uscita dall'Euro non è fine a se stessa - rimarca Grillo - ma ad un riacquisto di sovranità monetaria essenziale per rilanciare l'economia. Per questo i timori di fuga di capitali o la mancata liquidità da parte della BCE alle nostre banche in caso di uscita sono mal posti. L'uscita dell'Italia dall'Euro dovrà essere accompagnata da tre misure essenziali a prevenire un eventuale disordine sui mercati: 1. Abolizione del 'divorzio' tra Banca d'Italia e Tesoro. 2. Introduzione di vincoli di portafoglio che definiscano un ammontare minimo di titoli di stato detenuti dalle nostre banche. 3. Restrizioni all'uscita di capitali dal paese".

Insomma, conclude Grillo, "uscita dall'Euro e ristrutturazione del debito, non c'è altra strada".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari