venerdì 24 febbraio | 05:40
pubblicato il 25/giu/2013 12:00

Grillo contro giornalisti: Infestano il Parlamento, vadano via

Vanno disciplinati in spazi esterni: 'Non è un bordello'

Grillo contro giornalisti: Infestano il Parlamento, vadano via

Roma, 25 giu. (askanews) - Nuovo attacco di Beppe Grillo ai giornalisti. Ai cronisti parlamentari, bollati come "pennivendoli e gossipari" che "infestano" Camera e Senato, il leader 5 stelle propone addirittura di interdire Montecitorio e Palazzo Madama: "I giornalisti non possono infestare Camera e Senato e muoversi a loro piacimento. Vanno disciplinati in spazi appositi, esterni al Palazzo", scrive sul suo blog in un post dal titolo 'Taci, il giornalista ti ascolta!'. "Il Parlamento - premette Grillo - è il luogo più sacro, di una sacralità profana, della Repubblica Italiana, ma è sconsacrato ogni secondo, ogni minuto, frequentato impunemente, spesso senza segni di riconoscimento, da folle di gossipari e pennivendoli dei quotidiani alla ricerca della parola sbagliata, del titolo scandalistico, del sussurro captato dietro a una porta chiusa. Qualche deputato li scambia talvolta per colleghi e parla, parla per ritrovare sul giornale quella che credeva una conversazione privata. Mercanti di parole rubate. Taci, il giornalista ti ascolta! Si nascondono ovunque". "L'unica difesa - sostiene Grillo - è il silenzio, il linguaggio dei segni. I giornalisti non possono infestare Camera e Senato e muoversi a loro piacimento. Vanno disciplinati in spazi appositi, esterni al Palazzo. Per un'intervista chiedano un appuntamento, come si usa tra persone civili, non bracchino i parlamentari per le scale o al cesso. All'ingresso di Montecitorio e di Palazzo Madama va posto un cartello "No gossip. Il Parlamento non è un bordello". Grillo chiude riscrivendo una celebre canzone: "Sapessi com'è strano/fare il deputato/nel Parlamento romano/All'ingresso o in ascensore/anche all'urinatoio/con il microfono nel taschino/c'è sempre un giornalista/senza tesserino. Senza fiori senza verde/ senza cielo, senza niente/senza controlli, tra la gente, tanta gente/Sapessi com'è strano darsi appuntamento alla buvette/con qualcuno che ti ascolta/nascosto tra la gente/per scrivere del niente/Eppure, in questo posto impossibile/io gli ho detto 'fanculo/tu gli hai detto 'fanculo/tra la gente".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech