giovedì 23 febbraio | 16:58
pubblicato il 06/feb/2014 13:35

Grasso: su parte civile il Senato ha interesse diretto

"Per rispetto della dignità dell'Aula" su caso Berlusconi

Grasso: su parte civile il Senato ha interesse diretto

Milano (askanews) - "Il Senato ha un interesse diretto a seguire quel processo perché l'immagine e la dignità del Senato devono essere presenti e controllare che tutto si svolga secondo le regole, proprio per rispetto della dignità del Senato"Il presidente del Senato, Pietro Grasso, in Aula motiva la decisione di di far costituire palazzo Madama parte civile nel processo di Napoli contro Silvio Berlusconi e altri per la compravendita di senatori. Decisione che ha fatto infuriare Forza Italia e anche in Aula non sono mancati i momenti di tensione."Io voglio sapere - ha aggiunto Grasso - ci si lamente che è la prima volta che il Senato si costituisce parte civile, ma è mai successo che ci sia stato un procedimento in cui ci sono dei senatori, ex senatori, per fortuna, che hanno ammesso... Io ho inteso parlare del senatore De Gregorio".

Gli articoli più letti
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech