lunedì 05 dicembre | 18:04
pubblicato il 05/nov/2014 12:20

Grasso si commuove: la morte di Stefano Cucchi non sia vana

"Società in cui diritti deboli vengono rispettati è Stato civile"

Grasso si commuove: la morte di Stefano Cucchi non sia vana

Roma, 5 nov. (askanews) - "Bisogna far sì che la morte di Stefano non sia vana. Dobbiamo andare verso la costruzione di una società in cui i diritti dei deboli e delle vittime siano rispettati, perchè questo è il compito di uno Stato che si definisca civile". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, a conclusione dell'incontro avuto oggi a Palazzo Madama con i genitori e la sorella di Stefano Cucchi, alla presenza del presidente della commissione Diritti umani, Luigi Manconi.

Il colloquio in forma privata si è prolungato per oltre 45 minuti. E' stato un incontro intenso, che ha visto il presidente particolarmente coinvolto. Grasso ha concluso il suo incontro con i giornalisti visibilmente commosso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari