sabato 21 gennaio | 04:03
pubblicato il 05/nov/2014 12:20

Grasso si commuove: la morte di Stefano Cucchi non sia vana

"Società in cui diritti deboli vengono rispettati è Stato civile"

Grasso si commuove: la morte di Stefano Cucchi non sia vana

Roma, 5 nov. (askanews) - "Bisogna far sì che la morte di Stefano non sia vana. Dobbiamo andare verso la costruzione di una società in cui i diritti dei deboli e delle vittime siano rispettati, perchè questo è il compito di uno Stato che si definisca civile". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, a conclusione dell'incontro avuto oggi a Palazzo Madama con i genitori e la sorella di Stefano Cucchi, alla presenza del presidente della commissione Diritti umani, Luigi Manconi.

Il colloquio in forma privata si è prolungato per oltre 45 minuti. E' stato un incontro intenso, che ha visto il presidente particolarmente coinvolto. Grasso ha concluso il suo incontro con i giornalisti visibilmente commosso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4