mercoledì 22 febbraio | 17:47
pubblicato il 22/ott/2013 12:00

Grasso: per Antimafia non si poteva aspettare, Pdl partecipi

In commissione c'è bisogno di apporto di tutte le forze politiche

Grasso: per Antimafia non si poteva aspettare, Pdl partecipi

New York, 22 ott. (askanews) - "Non si poteva aspettare oltre" per eleggere il presidente della commissione Antimafia. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, in visita a New York, rispondendo alle domande a proposito delle polemiche del Pdl che ha chiesto le dimissioni della neo-eletta Rosy Bindi. "Spero che il Pdl possa tornare sulla sua decisione" perché "c'è bisogno di un apporto di tutte le forze politiche" su una questione come quella della mafia. Parlando nel corso di una conferenza stampa organizzata al Consolato italiano a New York, Grasso ha ribadito l'importanza che l'attività della commissione Antimafia parta presto. L'ex magistrato ha ricordato di avere "visto con favore al Senato un emendamento che avrebbe dato all'Antimafia una competenza anche sulle stragi". "Ci sono eventi che in Italia hanno ancora bisogno di un approfondimento", ha concluso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Transpotec e SaMoTer: alleanza Milano-Verona modello per il Paese