sabato 25 febbraio | 14:53
pubblicato il 11/dic/2014 20:23

Grasso: colpire falso in bilancio e riciclaggio

Prescrizione non deve garantire impunità, va riformata

Grasso: colpire falso in bilancio e riciclaggio

Roma, 11 dic. (askanews) - Per combattere gli intrecci fra criminalità, corruzione e politica "ben venga la determinazione del presidente del Consiglio Renzi, che ha deciso di portare avanti un disegno di legge governativo". Il presidente del Senato Pietro Grasso, lo ha detto parlando alla presentazione dell'annuario fotografico dell'agenzia Ansa.

"Io timidamente dico - ha aggiunto - che in un disegno di legge depositato un anno e mezzo fa avevo già rappresentato quali erano le priorità per l'emergenza criminale ed economica". A giudizio dell'ex procuratore nazionale antimafia occorre dare alla magistratura "gli strumenti per combattere la corruzione ma non solo, perché ci sono tutta una serie di reati connessi, il falso in bilancio, le false fatturazioni, l'evasione fiscale, il riciclaggio".

Insomma, "è tutto un sistema - ha sottolineato Grasso - che può fare recuperare soldi alle casse esangui dello Stato e dare una maggiore sensazione di uguaglianza perché sono soldi rubati ai cittadini e dobbiamo reagire in maniera forte".

In generale, a giudizio del presidente del Senato, "c'è bisogno di una riforma della giustizia globale, che affronti tutta una serie di problemi in maniera radicale, una volta per tutte, sotto vari aspetti".

Parlando a palazzo Giustiniani, Grasso ha precisato di voler fare solo "degli esempi" e di non voler dare "una ricetta". Tra le riforme necessarie, ha indicato "il sistema delle impugnazioni, delle notifiche, la digitalizzione della giustizia, il problema del personale".

"Ma la cosa più importante - ha sottolineato Grasso - è evitare che ci sia una giustizia straziata, negata per l'irragionevole durata dei processi. E su questo si innesta il problema della prescrizione che fa finire l'azione punitiva dello Stato per il passaggio del tempo. In altri paesi usano altri sistemi, nel momento in cui inizia il processo la prescrizione non opera più: non si può ottenere l'impunità attraverso la prescrizione". Grasso non ha dubbi: "E' una denegata giustizia questo modo di non affrontare la prescrizione" ma "il problema principale è decidere la norma transitoria: se applicarla ai processi in corso o ai reati che devono ancora essere commessi". Bar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech