venerdì 20 gennaio | 11:19
pubblicato il 20/giu/2013 19:25

Grasso: Buscetta era juventino. Agnelli, unica cosa di cui non pentirsi

Grasso: Buscetta era juventino. Agnelli, unica cosa di cui non pentirsi

(ASCA) - Roma, 20 giu - ''Falcone dopo essersi incontato con Gianni Agnelli mi riferi' una battuta gustosissima di quel colloquio che doveva durare mezz'ora e invece si prolungo' per tre ore. Falcone racconto' tra l'altro all'Avvocato che Buscetta, il primo pentito sotrico della mafia, era juventino. Agnelli gli rispose pronto: ecco l'unica cosa di cui non dovra' mai pentirsi''. A raccontarlo e' stato il presidente del Senato, Pietro Grasso nel corso della presentazione del libro di Marcello Sorgi ''Le sconfitte non contano'' (ed.Rizzoli) a Palazzo Giustiniani.

''Falcone - ha poi aggiunto Grasso - mi riferi' il fatto dicendo di non aver mai trovato una persona cosi' preparata sulla mafia come Agnelli, fino al punto da ritenersi lui stesso uno scolaro''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Terremoti
Terremoto, Salvini in Abruzzo: chiedo a Gentiloni 100mln di euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale