lunedì 05 dicembre | 18:20
pubblicato il 23/nov/2011 21:06

Governo/Nelle prossime 24 ore Monti in 'cabina regia' con partiti

Pd vuole evitare un 'vertice di maggioranza', forse bilaterali

Governo/Nelle prossime 24 ore Monti in 'cabina regia' con partiti

Roma, 23 nov. (askanews) - Da qui a venerdì mattina il nodo dei vice-ministri e dei sottosegretari dovrà essere sciolto e da fonti parlamentari si dà per scontato che il presidente del Consiglio Mario Monti riattiverà quella 'cabina di regia' che già si è messa in moto durante la formazione del Governo. Insomma, lo stesso presidente del Consiglio dovrebbe fare il punto con i leader dei partiti che sostengono il Governo, Pdl, Pd e terzo polo, anche se è da definire la formula con la quale questi colloqui avverranno. L'Udc, secondo quanto si apprende, sarebbe favorevole ad un vero e proprio vertice di maggioranza e, del resto, qualcosa del genere era andata in scena già alla vigilia del giuramento del Governo negli uffici di Fabrizio Cicchitto: l'unico assente fu proprio il segretario Pd Pier Luigi Bersani, restio alle 'foto di gruppo' insieme agli avversari del centrodestra. Bersani però, quella volta, fu sentito per telefono. "Nessun vertice - assicurava Bersani oggi pomeriggio - faremo come durante la formazione del Governo". Allora Monti ebbe colloqui bilaterali con le singole forze politiche. E questo potrebbe lo schema usato anche adesso. Ma c'è anche chi dice che proprio la notte prima del giuramento del Governo a palazzo Giustiniani da Monti non ci fosse solo Angelino Alfano, ma anche Bersani. Voci smentite dal segretario Pd. Pier Ferdinando Casini, a chi gli chiedeva se ci sarà un vertice, si è limitato a rispondere: "Le vie del signore sono infinite". Ma la vice-presidente del Pd Marina Sereni fa notare che "il vertice di maggioranza è da escludere. Non solo perché né noi, né il Pdl vogliamo una cosa del genere. Ma anche perché in quel modo diventerebbe una trattativa diretta tra i partiti, mentre così è il presidente del Consiglio a fare la sintesi". In ogni caso, assicura un autorevole dirigente democratico, "entro venerdì mattina qualcosa bisognerà fare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari