martedì 06 dicembre | 13:48
pubblicato il 28/nov/2011 22:07

Governo/Monti chiude la squadra. E nomina Griffi ministro P.A.

Sul neoministro un pò di maretta.Tutti tecnici più D'Andrea-Magri

Governo/Monti chiude la squadra. E nomina Griffi ministro P.A.

Roma, 28 nov. (askanews) - Un nuovo ministro, Filippo Patroni Griffi alla Funzione pubblica, tre viceministri e 25 sottosegretari, tutti tecnici (o quasi). Dopo 12 giorni si completa così la squadra del governo Monti, e si chiude una partita che negli ultimi giorni si era assai complicata, con il 'niet' di diversi partiti della 'maggioranza' a fornire propri uomini all'esecutivo. Alla fine ha scelto Mario Monti, di concerto con i vari ministri, sulla base delle indicazioni di 'tecnici d'area' fornite dai partiti. Una decisione che gli stessi partiti hanno appreso solo a cose fatte, e dalle agenzie. Se i partiti non vogliono metterci la faccia, allora decidiamo noi e basta, è stato il ragionamento dalle parti di palazzo Chigi. Ragionamento che qualche fastidio lo ha creato, nelle segreterie, tanto più se sommato allo scarso flusso di comunicazioni (finora) sulle misure economiche anti-crisi che saranno adottate lunedì 5 dicembre (ma forse già venerdì) e che comunque approderanno in Parlamento la prossima settimana, come confermato dal presidente della Camera Gianfranco Fini. Ma che la partita dei Sottosegretari si fosse complicata, lo si è capito anche dal ritardo con cui si è tenuto il Cdm per varare la lista: convocato alle 19, è iniziato solo alle 20,25, per poi chiudersi in appena 20 minuti. Un ritardo che, a quanto si è capito, è stato dovuto soprattutto alla nomina di Patroni Griffi a ministro della Funzione pubblica. La necessità di indicare un ministro vero e proprio per la P.A. era emersa nel corso del colloquio di Monti al Quirinale con il Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Ma sul nome un po' di maretta sembra ci sia stata, nonostante che quello di Patroni Griffi sia un nome bipartisan, vicino all'ex ministro del Pd Franco Bassanini ma anche all'ex ministro del Pdl Renato Brunetta, che lo ha nominato alla Covip. Tuttavia, sarebbe stato il sottosegretario alla Presidenza Antonio Catricalà a sollevare qualche dubbio sulla scelta, dubbi poi comunque superati. Come sono stati superati i dubbi di Vittorio Grilli, in predicato da giorni di assumere la carica di vice all'Economia, ma con il 'giallo' sulla possibilità di mantenere il doppio incarico di direttore generale dello stesso ministero di via XX settembre. Dei tre vice si sa quasi tutto, sugli altri si sa ad esempio il passato, nella stessa carica ma col governo Prodi, di Giampaolo D'Andrea ai rapporti con il Parlamento insieme all'ex segretario genrale di palazzo Madama Antonio Malaschini. All'editoria Carlo Malinconico, all'Informazione e comunicazione Paolo Peluffo, già portavoce di Ciampi, agli Affari Esteri Marta Dassù e Staffan de Mistura, all'Interno Carlo de Stefano, Giovanni Ferrara e Saverio Ruperto. I sottosegretari alla Giustizia saranno in due: Salvatore Mazzamuto, già 'laico' del Csm e consigliere di Angelino Alfano a via Arenula e Andrea Zoppini, alla Difesa Filippo Milone e Gianluigi Magri, già sottosegretario all'Economia in quota Ud nel secondo governo Berlusconi. Oggi all'Economia vanno, oltre a Grilli viceministro, i sottosegretari Vieri Ceriani e Gianfranco Polillo, già capo dipartimento Affari Economici di palazzo Chigi ma anche consigliere del Pdl. Allo sviluppo Economico vanno invece Claudio De Vincenti, economista che ha collaborato con Vincenzo Visco alle Finanze, e Massimo Vari. Alle Politiche Agricole Franco Braga, all'Ambiente Tullio Fanelli, alle Infrastrutture Mario Ciaccia sarà viceministro, e Guido Improta sottosegretario. Il terzo viceministro sarà al Lavoro Michael Martone e Cecilia Guerra sottosegretario. Alla Salute Adelfio Elio Cardinale, all' Istruzione Elena Ugolini e Marco Rossi Doria. Infine ai Beni Culturali Roberto Cecchi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni