venerdì 02 dicembre | 23:38
pubblicato il 29/apr/2013 12:00

Governo/Letta alla prova numeri, a Camera sulla carta è a 455

Stasera fiducia a Montecitorio. Domani al Senato,partendo da 221

Governo/Letta alla prova numeri, a Camera sulla carta è a 455

Roma, 29 apr. (askanews) - Questa sera alle 20, alla Camera, domani, intorno alle 13 al Senato. Il governo Letta giunge alla prova dei fatti: obiettivo centrare la fiducia e iniziare il proprio cammino. Montecitorio è la prima tappa: le dichiarazioni di voto, come ha stabilito la conferenza dei capigruppo, inizieranno intorno alle 18 e prima di sera si avrà il responso. In Senato più o meno la stessa procedura domani ma il premier non ripeterà il discorso tenuto alla Camera. Oggi pomeriggio, dopo aver parlato in aula a Montecitorio, Letta si recherà al Senato - presumibilmente intorno alle 16 - per depositare il suo discorso. Domattina, dopo la discussione generale e prima delle dichiarazioni di voto dei senatori, terrà la sua replica. Sulla carta i voti, per il governo appoggiato da Pdl, Scelta civica e Pd sono più che abbondanti. A Montecitorio la maggioranza richiesta è di 316 voti, a Palazzo Madama di 159. Alla Camera il Pd conta su 297 deputati, Scelta civica su 47, il Pdl su 97 (più sei eletti nelle liste di Centro democratico, cinque delle minoranze linguistiche e 3 degli italiani all'estero): in tutto 455 voti. Al Senato il Pd ha 109 senatori, Scelta civica 21, il Pdl 91: fanno 221 voti 'ufficiali' a cui dovrebbero essere aggiunti quelli dei tre senatori a vita e anche altri provenienti dal Misto e dalle autonomie. Tra l'altro sembrano rientrati anche alcuni malumori nel Pd. Alla direzione dello scorso 23 aprile i dubbi e le perplessità nei confronti delle larghe intese avevano preso corpo in 14 astenuti e 7 contrari al documento di sostegno al governo. Alcuni dei più critici come Sandra Zampa e Sandro Gozi (deputati) e Laura Puppato (senatrice) hanno alla fine sciolto la riserva e voteranno a favore del governo Letta come "atto di responsabilità". Pippo Civati invece non parteciperà al voto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari