martedì 17 gennaio | 12:46
pubblicato il 06/feb/2011 09:19

Governo/Casini:Berlusconi lasci e ok nuovo rassemblement moderati

Il Premier non andrà al Quirinale. Udc mai alleato politico Pd

Governo/Casini:Berlusconi lasci e ok nuovo rassemblement moderati

Roma, 6 feb. (askanews) - Nuovo invito dal leader Udc Pier Ferdinando Casini al Premier Silvio Berlusconi a dimettersi e consentire la formazione di un nuovo governo con un altro premier che consenta "di realizzare le grandi riforme, giustizia compresa, di cui il Paese ha bisogno". "Berlusconi - dice Casini in una intervista al quotidiano della Cei 'l'Avvenire' ormai è diventato un ostacolo anche per i suoi compagni di cordata.Faccia un passo indietro: sarà finalmente possibile riformare la giustizia e realizzatre alleanze oggi impensabili guardando al Ppe". "Non ti gatantisci - dice Casini rivolgendosi ditrettamente al Premier- restando immobile nel bunker. Restare asseragliato da solo rende infinitamente più debole.Il mio è un invito forte ad aprire una fase nuova: a capire che è ancora possibile un grande rassemblemant dei moderati. E$' che tempo di fare scelte coraggiose". Anche perchè, a giduizio di Casini, Berlusconi ormai è già definitivamente fuori dalla possibilità di succedere a Giorgio Napolitano al Quirinale. "Berlusconi - dice in proposito -non può correre per il Colle: non è mai riuscito a pacificare il Paese: lo ha anzi eccitato, lo ha imbarbarito e ne ha ferito l'anima". E, d'altra parte "la maggioranza - assicura il leader Udc- ha altri nomi di valore su cui puntare". E a garanzia della serietà dell'offerta politica sul nuovo rassemblement di centrodestra non guidato da Berlusconi, Casini dice parole chiare sulla impossibilità di una 'santa alleanza' elletorale contro Berlusconi, insieme al Pd. "Chi ci scommette - dice- scommette male. Io lavoro per un Paese che non abbia bisogno di 'sante alleanze' ma pefchè la politica abbia unun sussulto. Quello non è il mio progetto. Non credo a quella prospettiva. C'è solo una possibilità che si realizzi: dovrebbero saltare le condizioni di normalità democratica. Berlusconi dovrebbee perdere la testa e cominciare ad attaccare Capo dello Stato e Costituzione. Questo rischio oggi non esiste. E prego Dio che questo epilogo non si realizzi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Auto, nel 2016 vendite in Europa +6,5% oltre i 15 milioni
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate