sabato 10 dicembre | 12:37
pubblicato il 21/dic/2011 20:30

Governo/Berlusconi da Monti, apre a cabina regia ma con paletti

Cav soddisfatto: Leali. Ma a Chigi chiede certezze su frequenze

Governo/Berlusconi da Monti, apre a cabina regia ma con paletti

Roma, 21 dic. (askanews) - Con la recessione alle porte, il Quirinale che reclama unità e il rischio concreto di dover intervenire nuovamente sui conti pubblici, Silvio Berlusconi decide che è arrivato il momento di mettere la faccia e sposare il governo Monti più di quanto fatto finora, dando il via libera alla cabina di regia con i partiti di maggioranza. Che la crisi sia davvero grave e il pericolo imminente, infatti, lo si intuisce anche dalle parole spese dal Cavaliere per stroncare la politica tedesca e l'asse Parigi-Berlino. E poi è chiaro che Berlusconi ha tutto l'interesse a scacciare l'ipotesi di urne immediate ed è consapevole che il dialogo con l'esecutivo lo riporta al centro della scena politica. Tutto nasce dal regalo degli eurodeputati al Cav, una statua che ricorda il mito di Zeus che assume i panni del toro e poi dell'aquila per possedere Europa. L'associazione di idee parte immediata, Berlusconi la cavalca: "Il direttorio a due è inaccettabile, Monti è d'accordo". Per tutte queste ragioni l'ex premier, nel giorno del faccia a faccia con il Professore, lancia l'idea di una cabina di regia di maggioranza per facilitare l'iter dei prossimi, delicati provvedimenti pronti a sbarcare in Parlamento. Anche se, a sentire il racconto degli eurodeputati, prevale lo scetticismo sull'atteggiamento del Pd: "Ogni volta che si vuole fare qualcosa hanno il retropensiero che mi favorisca e blocca tutto...". L'idea di una cabina di regia non è nuova, solo che Pd e Pdl fino a oggi avevano sempre stoppato l'ipotesi di un confronto strutturato, ufficiale. Un modo per non metterci la faccia, fino alla svolta: "Credo che sia importante che il governo possa approfondire i temi con i segretari di partito, ma anche con i capigruppo, per discutere in modo che i provvedimenti possano arrivare in Parlamento avendo avuto un nostro accordo precedente". Una novità che fa il paio con le parole concilianti dedicate a Monti: "Con lui è andata bene, d'altra parte ci conosciamo da tempo, lo mandai io in Europa. Non è affaticato, ma stare al governo stressa". Il Cavaliere - improvvisando una conferenza stampa parecchio scomoda per i cronisti - dopo il brindisi con gli eurodeputati non manca di informare anche sul resto dell'agenda trattata nel corso del bilaterale con il presidente del Consiglio. Si è discusso di legge elettorale, "bisogna pensare per il Senato un premio di maggioranza nazionale", di tracciabilità, "quella a 999 euro comporta problemi per alcuni settori, come le gioiellerie e la moda di lusso", di modifiche al mercato del lavoro, di riforme: "Questa maggioranza auspico che possa modificare l'architettura istituzionale, da un male può nascere un bene". Quanto alle liberalizzazioni, il paletto indicato a Monti è chiaro: "Basta che non riguardino solo farmacisti e tassiti". Secondo Berlusconi, invece, non si sarebbe discusso di frequenze tv. Eppure, riferiscono i suoi, di questo e di altri temi 'sensibili' il leader del Pdl avrebbe chiesto conto a Monti. "Fa parte della sua agenda, è uno dei punti all'odg dell'incontro", spiega un ex ministro. Di politica interna Berlusconi parla invece a margine del brindisi di Natale. Segnala la scelta della Lega di mettersi all'opposizione, "ruolo che le è congeniale" per "aumentare i voti", anche se si dice convinto che in realtà possa trattarsi solo di un gioco delle parti con un esito scontato, cioé il rinnovo dell'alleanza. Ma lo stop più brutale arriva nei confronti dell'ex alleato Fini: "Noi abbiamo prospettivamente a cuore un accordo con l'Udc ed è in quella direzione che concentreremo i nostri sforzi per trovare un accordo". Di Fli, insomma, neanche a parlarne.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina