venerdì 02 dicembre | 23:27
pubblicato il 14/mar/2014 15:10

Governo: Vitelli(Sc) a Renzi, italiani stanchi di promesse fasulle

(ASCA) - Roma, 14 mar 2014 - ''Gli italiani sono stanchi di promesse fasulle''. Lo afferma il deputato e responsabile per lo Sviluppo economico di Scelta Civica Paolo Vitelli, in una lettera aperta al presidente del Consiglio, Matteo Renzi. ''Caro Presidente - si legge nella lettera - , tu hai senz'altro portato una ventata di speranza che ha contagiato quasi tutta l'Italia. Tu affermi giustamente: ''non abbiate paura del cambiamento'': allora io ti chiedo, non avere paura del cambiamento neppure tu. Le gravi condizioni in cui versa l'Italia, il timore dei cittadini di essere nuovamente delusi impongono che, a fianco di un messaggio di entusiasmo, vi sia un messaggio di concretezza: senza questa, la credibilita' che ti sei costruito e la stima che ti sei conquistato possono dileguarsi in tempi brevissimi. Quindi, bravo per la direzione di marcia che hai indicato ieri e per la velocita' che dici di voler imprimere alle misure annunciate, ma per favore sii chiaro ed esaustivo almeno sui punti essenziali.

Gli italiani sono stanchi di promesse fasulle''. Quindi Vitelli procede con una serie di domande, tra le quali: ''La spending review per il 2014 produce al massimo 3 miliardi come dice Cottarelli o 7 miliardi come nel tuo annuncio di ieri? E quanto e' il minimo? Possiamo utilizzare lo 0,2% del margine disponibile rispetto al tetto del 3% imposto dall'Europa, come dice il Ministro Padoan o l'intero 0,6% come da te annunciato ieri? n sintesi, quali sono esattamente le coperture finanziarie per poter adottare in tempi brevi le misure da te annunciate?''. ''Avrei molti altri punti - conclude - , ma devo dirti francamente che da un lato mi affascinano il tuo coraggio, la tua positivita' e il tuo entusiasmo, dall'altro non posso non tener conto di quanto dichiarato dal Ministro Padoan quando afferma che: ''Per quest'anno abbiamo a disposizione solo un po' (poco) di margine rispetto al deficit massimo: le coperture vere le troveremo per l'anno prossimo''. Un'ultima considerazione: ti vogliamo certamente in politica per molto tempo: tuttavia, non e' che il tuo annunciare che te ne andrai se non verra' attuata la riforma del Senato (senza tuttavia indicare una data), significa che non te ne andrai mai?''.

com-sgr/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari