lunedì 16 gennaio | 18:23
pubblicato il 12/lug/2013 15:56

Governo: via libera Cdm a ratifica Trattato Onu su commercio armi

(ASCA) - Roma, 12 lug - Il Consiglio dei Ministri di questa mattina a Palazzo Chigi ha dato il via libera, su proposta dei ministri degli Affari Esteri, Emma Bonino, e della Difesa, Mario Mauro, al disegno di legge di ratifica ed esecuzione del Trattato sul commercio delle armi ''Arms trade treaty - ATT'', adottato nel marzo 2013 dall'Assemblea Generale delle Nazioni unite e firmato il 2 aprile 2013. Il Trattato, frutto di un lungo e complesso impegno negoziale avviato in ambito ONU dal 2006, rappresenta un punto di svolta nella trattazione di una delicata problematica nell'ambito delle relazioni internazionali. ''Il commercio illecito e non regolamentato delle armi - sottolinea un comunicato di Palazzo Chigi - ha conseguenze dirette, non solo sulla sicurezza delle Nazioni, ma soprattutto sul piano umanitario, sociale, ed economico. Il commercio illegale, o scarsamente regolamentato di armi non convenzionali, reca un pesantissimo costo in vite umane: stime internazionali fissano in piu' di 740.000 le persone che ogni anno muoiono a causa delle violenze armate''. ''L'ATT - si legge ancora - risponde alla urgente necessita' di colmare le lacune del commercio non regolamentato di armi convenzionali e di intensificare gli sforzi volti al consolidamento della pace e dell'assistenza umanitaria, perseguendo l'obiettivo di rendere il commercio, l'esportazione e il trasferimento delle predette armi piu' responsabili e trasparenti''. Nel comunicato viene ricordato come ''l'Italia, pur disponendo in materia di una delle normative piu' avanzate a livello mondiale, ha svolto un ruolo importante in ogni fase del negoziato per raggiungere, sul piano legislativo, il migliore risultato possibile. Con riferimento alla compatibilita' del Trattato con la normativa europea, l'Italia, come gli altri Paesi membri, ha firmato l'ATT previa autorizzazione del Consiglio europeo, il quale sta ora procedendo all'elaborazione della decisione che autorizzera' gli Stati al deposito dello strumento di ratifica presso il Segretariato generale delle Nazioni unite''.

com-brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello