lunedì 23 gennaio | 01:52
pubblicato il 10/mag/2013 08:30

Governo: vertice di maggioranza poi i ministri in abbazia

Governo: vertice di maggioranza poi i ministri in abbazia

(ASCA) - Roma, 10 mag - Primo vertice di maggioranza oggi a palazzo Chigi, con inizio alle 8,30, tra il premier Enrico Letta e i capigruppo di Senato e Camera dei partiti che sostengono il governo. Si discutera' dei primi provvedimenti economici allo studio dell'esecutivo. A presentare l'appuntamento e' Dario Franceschini, ministro per i Rapporti con il Parlamento: ''Avevamo preso l'impegno del massimo coinvolgimento dei gruppi parlamentari''. Alla riunione sara' presente tra gli altri Fabrizio Saccomanni, ministro dell'Economia. Domenica pomeriggio e lunedi' mattina in agenda c'e' il seminario dei ministri convocato da Letta all'Abbazia di Spineto della Luce nei pressi di Sarteano. Obiettivo dell'incontro, come scritto dal premier in un tweet, e' ''programmare, conoscersi, fare spogliatoio''. Esiste solo un precedente di incontri di questo tipo. Risale al 1997, quando Romano Prodi scelse il convento di Gargonza per una riunione seminariale ma in quell'occasione erano stati invitati pure i leader dei partiti che sostenevano l'esecutivo oltre ad alcuni intellettuali dell'area di centrosinistra. ''Comincia un cammino. Una sola cosa non so: quanto sara' lungo. Ma una cosa la so: sara' un cammino nel quale, io, i miei ministri e i miei collaboratori ce la metteremo tutta e cercheremo di fare di tutto perche' l'Italia riparta'', ha detto ieri il presidente del Consiglio all' assemblea annuale di Rete imprese Italia esternando un pacato ottimismo. Sull'attivita' dell'esecutivo c'e' pero' l'ombra dei problemi di Silvio Berlusconi con la giustizia. Il Pdl ha promosso per domani a Brescia una manifestazione nella quale e' prevista la partecipazione dello stesso Berlusconi. La decisione - annuncia il Pdl in una nota - arriva dopo che i giudici della Seconda sezione della Corte d'Appello di Milano hanno confermato la condanna di Berlusconi a 4 anni di reclusione (tre dei quali condonati per l'indulto) e 5 di interdizione dai pubblici uffici per frode fiscale nell'ambito del processo sui diritti tv per le reti Mediaset. ''I magistrati politicizzati sono accecati da un odio pregiudiziale che mi vorrebbero interdetto e politicamente morto. Noi resisteremo per deludere le loro aspettative e fare il bene del nostro Paese'', ha commentato ieri sera Berlusconi in alcune interviste televisive. Quanto alle eventuali ripercussioni sull'esecutivo, spiega: ''Non saremo noi a mettere in crisi questo governo. Queste sentenze arrivano in un momento cruciale, mentre cerchiamo di tirare fuori l'Italia dalle difficolta' con una collaborazione non facile con il Pd. Una collaborazione che pochi pensavano fosse possibile realizzare''. Intanto ieri il Consiglio dei ministro ha deciso di sospendere il pagamento dell'Imu e di rifinanziare la Cassa integrazione (Cig). Il provvedimento relativo verra' approvato in forma di decreto legge nei prossimi giorni, in modo da definirne le modalita' tecniche, garantendo comunque che i Comuni non si trovino in deficit di cassa. L' orientamento sarebbe quello di rinviare l'approvazione dei provvedimenti all'inizio della prossima settimana allo scopo di approfondire alcuni aspetti tecnici. Il decreto su Imu e Cig - si legge in una nota del governo diramata a conclusione del Cdm - ''conterra', altresi', l'eliminazione dello stipendio per i membri del governo con status di parlamentare e la previsione di utilizzare le somme risparmiate a parziale copertura del rifinanziamento della Cig''. Il decreto legge che il governo varera' sull'Imu non comprenderebbe, secondo fonti parlamentari, capannoni e fabbricati d'impresa. Il ministro Saccomanni ha spiegato in serata alla trasmissione ''Otto e mezzo'' su La7 di cosa si e' discusso nel Cdm: ''C'e' l'impegno a sospendere la rata dell'Imu e a ridefinire la materia riguardante la tassazione sulle proprieta' immobiliari entro 100 giorni dalla data di scadenza della prima rata dell'Imu''. ''Il governo - ha aggiunto - vuole intervenire con cognizione di causa ed evitare provvedimenti affrettati. Su Imu e Cig abbiamo preso l'impegno a chiudere entro la prossima riunione del Consiglio dei ministri''. Saccomanni ha escluso sia una manovra economica correttiva nel 2013, sia un nuovo aumento delle tasse o un eventuale prelievo forzoso dai conti correnti. gar/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4