venerdì 24 febbraio | 12:08
pubblicato il 02/ott/2013 12:23

Governo: Velo (Pd), nuova maggioranza per risolvere problemi Paese

(ASCA) - Roma, 2 ott - ''C'e' una nuova maggioranza di governo e Berlusconi non ne fa parte. Ora avanti per risolvere i problemi del Paese che si chiamano soprattutto lavoro che non c'e', imprese che chiudono, giovani senza futuro''. Lo dice Silvia Velo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera.

''Domani saro' a Piombino alla manifestazione promossa dalle organizzazioni sindacali con Camusso Bonanni e Angeletti in difesa dell'azienda siderurgica'', prosegue Velo, spiegando che ''sara' l'occasione per ribadire ancora una volta quali sono i veri problemi del Paese e chiedere al governo di occuparsi finalmente di quelli, a partire da una concreta e tempestiva politica industriale per il nostro sistema produttivo con particolare attenzione ad un settore strategico come quello siderurgico''. Quindi conclude: ''Occorre passare dalla gestione dell'emergenza alle politiche per la prospettiva. Su questo si misurera' il rapporto tra il governo Letta ed il Paese''.

com-sgr/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech