sabato 10 dicembre | 21:55
pubblicato il 10/giu/2014 16:53

Governo: Taddei (Pd), dati fanno ben sperare per il futuro

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - ''L'avevamo detto di fronte al giudizio di Standard & Poor's e lo ripetiamo oggi: conta solo la crescita economica e quindi non bisogna eccedere nel trionfalismo. Eppure i dati di oggi ci fanno ben sperare per il futuro. Quello che rende particolarmente ottimisti e' la ripresa della produzione industriale, la piu' importante dal 2011 secondo l'Istat. Perche' la produzione industriale? Perche' e' proprio nel manifatturiero che il Paese ha perso di piu' nella crisi''. Lo dichiara in una nota Filippo Taddei, responsabile Economia del Partito Democratico.

''Non ci puo' esser rilancio dell'economia italiana che non passi per una svolta decisa del settore industriale, dove l'Italia ha perso di piu' in percentuale sia della Francia che della Germania durante la crisi. Il superindice Ocse col suo sguardo rivolto verso il futuro non fa che consolidare la portata della buona notizia che viene dal settore industriale'', conclude Taddei.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina