mercoledì 22 febbraio | 07:50
pubblicato il 29/set/2013 12:00

Governo/ Tabacci: avanti con Letta-bis e nuova area di moderati

"Berlusconi libera uno spazio, ora un'alternanza moderna"

Governo/ Tabacci: avanti con Letta-bis e nuova area di moderati

Roma, 29 set. (askanews) - "Le parole pronunciate da Epifani, Vendola e Andrea Romano ieri alla Festa del Centro Democratico e quelle dei ministri e di altri esponenti di Forza Italia delle ultime ore che non accettano la virata eversiva guidata da Verdini e Santanché, dimostrano che ci sono i margini per far nascere in Parlamento rapidamente un nuovo governo guidato sempre da Enrico Letta". Lo ha affermato in una dichiarazione Bruno Tabacci, leader del Centro Democratico. "Un governo che affronti finalmente, senza più condizionamenti, i problemi reali del Paese. Con Berlusconi definitivamente confinato, per sua scelta, all'estrema destra, dopo 20 anni - ha detto ancora Tabacci - ci sono per la prima volta le premesse per creare una democrazia moderna dell'alternanza anche in Italia, con l'area moderata liberata dal giogo populista. Non sprechiamole".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia