sabato 03 dicembre | 07:51
pubblicato il 30/nov/2011 21:14

Governo/ Stangata agita Pdl, prove tecniche di 'shadow cabinet'

Distinguo tra ex An ed ex Fi su misure. Ansia ondata giudiziaria

Governo/ Stangata agita Pdl, prove tecniche di 'shadow cabinet'

Roma, 30 nov. (askanews) - Il primo e per ora ultimo esempio di governo ombra fu quello varato da Walter Veltroni. Il segretario aveva perso le elezioni, lo shadow cabinet durò poco e finì maluccio. Silvio Berlusconi lo sa, fino a prova contraria è parte determinante della maggioranza e per questa ragione preferisce un approccio più soft alla questione che sarà comunque affrontata stasera nel corso di una cena convocata a Palazzo Grazioli con gli ex ministri Pdl del suo governo. Non nascerà dunque un governo ombra, ma i responsabili dei dicasteri dovrebbero essere investiti con ogni probabilità del compito di studiare i dossier e incalzare i ministri dell'esecutivo Monti. 'Sentinelle' pidielline incaricate di intervenire a mezzo stampa per indicare la rotta, in modo anche da ritrovare quella visibilità perduta dopo l'addio a palazzo Chigi. In attesa della 'stangata'. E già, perché è ormai opinione prevalente che la stangata arriverà e non sarà facile sostenerla. Un conto è giocare ai distinguo sui 'vertici del tunnel', altro è votare in Parlamento misure durissime. Nel Pdl già fioccano i distinguo: se infatti Berlusconi è contrario alla patrimoniale, ex An come La Russa la considerano un argomento di cui si può quanto meno dibattere. E se il Cavaliere apre a qualche ritocco sull'Ici (nella versione Imu), una parte degli ex An la considera un mezzo tabù. Più in generale, di fatto, già emergono, divisioni fra ex An ed ex Fi covate nelle ultime settimane dopo il sofferto via libera all'esperienza Monti. Cercare di mantenere dei paletti dunque è d'obbligo, ma difficilmente il Pdl potrà opporsi seriamente in Parlamento a misure d'emergenza. Più probabile che le diverse anime inizino a dibattere nuovamente sull'ossigeno da concedere a Monti, dividendosi sulla data del ritorno alle urne. Al momento non è dato sapere con assoluta certezza quando il Professore si confronterà con Angelino Alfano, né con quale 'format' (incontro a quattro, 'bilaterali' o altro). E però l'avarizia del flusso comunicativo dall'esecutivo verso i partiti allarma parecchio, dalle parti di via dell'Umiltà. Ma se la stangata economica turba i sonni del Pdl, non meno preoccupa una possibile nuova ondata giudiziaria. Il quasi contestuale arresto di un consigliere della Regione Calabria e del vicepresidente della Lombardia, entrambi targati Pdl, è letto da qualcuno come l'avvio di una nuova ondata giudiziaria, gravida di sviluppi sgraditi. Solo voci senza riscontri, ma capaci di destabilizzare l'ambiente. Per chiudere il cerchio, l'ultima frontiera dell''ansia da Transatlantico' è quella delle dimissioni anticipate 'salva vitalizio'. Probabilmente solo una provocazione, ma l'indiscrezione vorrebbe diversi parlamentari - anche in casa pidielle - pronti a lasciare lo scranno parlamentare per anticipare e annientare gli effetti della riforma previdenziale anti Casta. Una scelta - quella delle dimissioni - che dovrebbe comunque essere votata dalle Camere, ma che meglio di qualunque dichiarazione descrive il clima.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari