domenica 04 dicembre | 01:13
pubblicato il 11/set/2013 15:38

Governo: Speranza, bene Squinzi. Berlusconi si faccia da parte

Governo: Speranza, bene Squinzi. Berlusconi si faccia da parte

(ASCA) - Roma, 11 set - ''Quella di Squinzi e' un'opinione assolutamente condivisibile. Dovremmo concentrare tutte le nostre energie a discutere dei problemi reali dell'Italia, a partire dallo sviluppo, dall'impresa, dalla lotta alla disoccupazione giovanile. E' un peccato che il dibattito nazionale sia tutto sulla questione di Berlusconi. Sarebbe molto bello se Berlusconi si mettesse da parte e lasciasse il paese al lavoro vero''. Roberto Speranza, capogruppo Pd alla Camera, commenta a Radio 24 le parole del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi sull'instabilita' di governo che danneggia l'economia. In merito alla possibilita' che l'ottimo risultato dei titoli Mediaset possa che Mediaset sia volata in far cambiare idea a Berlusconi, speranza ha spiegato: ''Non lo so, sono valutazioni sue. Ma e' irricevibile che un grande paese e una grande democrazia come la nostra sia li' appesa ad un filo per i destini personale di una persona. Avremmo bisogno che tutte le forze politiche si concentrino sulle questioni reali. Il governo Letta sta facendo bene, vogliamo sostenerlo, sarebbe un peccato se le vicende personali di Berlusconi provocassero una crisi che sarebbe sinceramente incomprensibile''. ''Non lo so, se il rinvio della giunta puo' aiutare a calmare le acque. Ho rispetto per il lavoro della giunta, ma non cambia un punto di fondo, c'e' una sentenza passata in giudicato, negli altri paesi normali si arriva alle dimissioni per molto meno. Il ministro dell'istruzione tedesco - ha ricordato Speranza - si e' dimesso perche' ha copiato una tesi di dottorato, il ministro della cultura svedese si e' dimesso perche' non pagava il canone della televisione pubblica. Qui siamo di fronte ad un terzo grado di giudizio e stiamo ancora a lottare e combattere in un dibattito senza senso''.

com-brm/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari