sabato 03 dicembre | 11:26
pubblicato il 29/apr/2013 19:52

Governo: Siddi (Fnsi), ora azioni concrete su welfare attivo

(ASCA) - Roma, 29 apr - ''Le parole del nuovo Presidente del Consiglio alimentano speranze in materia di rivisitazione del welfare, per il quale ha delineato una visione di carattere attivo e universalistico. Non avendo indicato pero' coperture finanziarie e elementi di dettaglio, su questo punto il Governo sara' giudicato, dal Sindacato dei giornalisti, sui fatti''. Lo afferma, in una nota, il segretario della Fnsi, Franco Siddi. ''Non c'e' settore del mondo del lavoro e dell'industria - aggiunge - che non abbia da misurarsi sulla pesantezza della crisi e sulla necessita' di protezione sociale e del lavoro. Per l'editoria e per il giornalismo, che sono dentro questa crisi con elementi di acutezza mai visti prima, si tratta di vedere se il Governo vuole assumere finalmente questo mondo in tutte le sue componenti come strategico per la qualita' della vita democratica e pe il suo sviluppo. Sara' cosi' se alcune ipotesi delineate dal Presidente Letta, come gli ammortizzatori sociali anche per i precari, gli incentivi al pensionamento graduale con lavoro part- time misto a quote pensione per favorire nuovo lavoro per le nuove generazioni, la valorizzazione del lavoro autonomo e delle libere professioni, avranno conseguenze coerenti nelle scelte e nell'azione del Governo. Per l'editoria e per il giornalismo significa intervenire con coraggio e responsabilita', sapendo che in gioco ci sono condizioni universali di lavoro e di impresa. Il linguaggio della verita' a cui si ispira il Presidente impone, infatti, di prendere atto della realta' di un mondo, quello dell'editoria e della professione, che e' nelle stesse condizioni di crisi e precarieta' (e oggi con meno supporti sociali) di tutti gli altri. Servono azioni salva sistema per l'editoria e per il lavoro del settore nell'ambito di una vera politica di ripresa per l'industria e per l'occupazione.

Giornali e giornalisti seguiranno e valuteranno l'attivita' del Governo secondo etica professionale e con spirito rappresentativo del pluralismo delle voci.

Il Sindacato dei giornalisti, come parte espressiva di un corpo sociale, lo valutera' in piena autonomia e liberta' di giudizio sulla base della disponibilita' al confronto e all'ascolto sociale e delle azioni concrete''.

com/mar/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari