martedì 24 gennaio | 02:41
pubblicato il 24/feb/2012 09:00

Governo/ Severino: villa dimenticata colpa del commercialista

Il ministro precisa che nulla è stato celato al fisco

Governo/ Severino: villa dimenticata colpa del commercialista

Roma, 24 feb. (askanews) - Il ministro della Giustizia Paola Severino ha scritto una lettera a Il Fatto Quotidiano per rispondere all'accusa mossale dal giornale di aver "dimenticato" una villa nell'elenco delle sue proprietà e dei suoi redditi reso pubblico per decisione del governo Monti. "In merito - scrive la Severino - all'articolo pubblicato oggi dal Fatto Quotidiano dal titolo 'La Severino dimentica una villa da 10 milioni', tengo a precisare che non esiste davvero alcun mistero. La Sedibel s.s., proprietaria dell'immobile di cui possiedo il 90 per cento, è una società semplice, cioè una società di persone che come tale è trasparente e non consente di occultare in alcun modo il titolare della proprietà, a riprova che nulla è stato celato né al fisco né alla collettività". "Pochi giorni dopo la mia nomina a ministro della Giustizia - scrive la Severino - ho provveduto a dimettermi dalla carica di amministratore della Sedibel s.s., poiché ciò mi era imposto dalla legge, ma nulla impone o suggerisce a un ministro di spogliarsi della comproprietà di una casa. Su queste operazioni non esiste alcun mistero, visto che risultano tutte da atti pubblici registrati, né c'è alcun mistero sulle società, la cui esistenza, intestazione e consistenza risultano dal Modello Unico depositato al Senato e dagli atti che - come certamente il Fatto Quotidiano ben sa - ho trasmesso nei giorni scorsi all'Antitrust". "Se - conclude la Severino - l'esistenza della Sedibel s.s., e dunque della 'misteriosa villa', non risulta sul sito Internet del Ministero della Giustizia a causa di una erronea interpretazione da parte del mio commercialista di un prestampato cortesemente fornitoci lo scorso 9 febbraio dalla Presidenza del Consiglio, non si può far passare tutto ciò come un occultamento voluto. Tale prestampato, al quale ho voluto adeguarmi per omogeneità con altri ministri, ha ingenerato l'errore perché sembra riferirsi esclusivamente a partecipazioni in società di capitali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4