domenica 04 dicembre | 05:12
pubblicato il 25/feb/2014 14:43

Governo: Sel, no a fiducia. Opposizione senza sconti per bene Paese

(ASCA) - Roma, 25 feb 2014 - ''In Sel non ci sono i governisti e i non governisti, ci sono quelli che avrebbero voluto, vorrebbero un altro governo, un governo di centrosinistra. Non basta il linguaggio della verita', ci vuole quello della coerenza e allora non si puo' mettere al governo il 50 per cento di donne e poi fare una legge, l'Italicum, che ridurra' la presenza di donne in Parlamento e ridurra' la qualita' della democrazia tenendo fuori dal Parlamento chi prende fino a 4 milioni di voti''. Lo afferma Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati di Sel e componente della segreteria nazionale, nel suo intervento alla Camera durante il dibattito sulla fiducia al governo Renzi.

''Non si puo' parlare di patti da rispettare tra Stato e imprese - prosegue Di Salvo -, e non nominare mai il patto violato con gli esodati. Non si puo' dire che con le regole non si crea occupazione e poi assistere senza reagire all'alzata di scudi del suo principale alleato, l'NCD di Alfano, contro l'eliminazione delle dimissioni in bianco. Non si puo' parlare di Europa e non ricordare che la carta di Nizza descrive la cittadinanza europea come insieme di diritti civili e sociali, perche' i diritti sono sempre interi''. ''Il primo banco di prova del nuovo governo - continua Di Salvo -, saranno le nomine dei vertici delle aziende partecipate dal Tesoro su questo sfidiamo il Presidente del Consiglio: si approvi subito la proposta di legge di Sel che fissa un tetto per i manager della P.A., delle partecipate, delle societa' quotate in borsa e di tutte le quelle che ricevono finanziamenti pubblici. Al Paese serve redistribuire la ricchezza attraverso un fisco progressivo e la patrimoniale, unica via per finanziare l'intervento pubblico per un vero piano per il lavoro che crei buona occupazione e si prenda cura del nostro Paese dissestato e disastrato. Ma con Alfano si puo' fare? Sinistra Ecologia Liberta' - conclude l'esponente di Sel - ha scelto di fare un'opposizione intransigente e senza sconti per il bene del Paese''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari