lunedì 05 dicembre | 16:18
pubblicato il 20/mag/2014 19:04

Governo: Savino (FI), Renzi sara' costretto a chiamare Berlusconi

Governo: Savino (FI), Renzi sara' costretto a chiamare Berlusconi

(ASCA) - Roma, 20 mag 2014 - ''Fra l'immobilismo di Renzi che annuncia riforme che poi non fa o che comunque non producono effetti significativi e il nichilismo di Grillo che vorrebbe distruggere tutto, sempre piu' italiani rimpiangono i governi Berlusconi che invece hanno garantito pace sociale e benessere al Paese''. Lo afferma in una nota Elvira Savino, deputata di Forza Italia. ''Lo spread e' tornato a salire (ma nessuno adesso ci fa piu' caso), il Pil cala, la disoccupazione aumenta cosi' come il debito pubblico e le tasse: con uno scenario del genere, non saremo noi a chiamare Renzi ma sara' Renzi che si vedra' costretto a chiamare noi per chiederci di condividere non solo le riforme istituzionali ma anche quelle economiche per superare la crisi. La sua maggioranza da sola non e' in grado di farle ora, men che mai lo sara' dopo le europee se il grillismo dovesse affermarsi'', conclude Savino.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari