domenica 22 gennaio | 07:42
pubblicato il 15/feb/2014 19:05

Governo: Renzi vuole consultazioni lampo ma deve fare conti con alleati

Governo: Renzi vuole consultazioni lampo ma deve fare conti con alleati

(ASCA) - Firenze, 15 feb 2014 - Due giorni di 'consultazioni', tre al massimo, per formare la squadra di governo e prestare giuramento nelle mani del Capo dello Stato. E' il cronoprogramma che si e' dato il segretario del Pd, Matteo Renzi, che proprio per accelerare i tempi si e' portato avanti con il lavoro: ieri in Palazzo Vecchio ha incontrato il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, e oggi, sempre a Firenze, lo scrittore Alessandro Baricco (dato come possibile titolare della Cultura, nonostante la smentita del diretto interessato a 'Repubblica.it') e l'Ad di Luxottica, Andrea Guerra, a cui Renzi avrebbe chiesto la disponibilita' come ministro dello Sviluppo economico.

Incontri, questi ultimi due, che si sono svolti in luoghi lontani da occhi indiscreti: Palazzo Vecchio e' stato presidiato tutto il giorno da cronisti e troupe televisive, ma gia' stamani, arrivato in macchina da Pontassieve, il sindaco aveva 'seminato' i giornalisti. In parallelo altri colloqui li stanno tenendo lo stesso Delrio e i fedelissimi Lorenzo Guerini e Luca Lotti. Comunque, Renzi stasera sara', probabilmente, allo stadio 'Artemio Franchi' per la partita della Fiorentina, in attesa della chiamata da Roma, che potrebbe arrivare gia' domani.

Dal momento dell'incarico, Renzi incontrera' gli alleati.

Probabilmente a Roma, nella sede del Nazareno, ma chi gli e' vicino non esclude colloqui in una location meno consueta, addirittura a Firenze. L'obiettivo e' mettere a punto squadra di governo e programma in tempi strettissimi. Lotti ha ipotizzato ''due-tre giorni'' di tempo. Del resto, Renzi ha fatto della velocita' una delle sue 'cifre' distintive.

Bisognera' vedere se riuscira' a imprimere il suo ritmo anche agli alleati e alle varie anime del Pd. Gia' oggi il leader di Ncd Angelino Alfano, per esempio, ha ammonito: ''Bisogna mettere nero su bianco i punti programmatici per la nascita del nuovo governo e per fare questo non sono sufficienti 48 ore''.

Dalla lista dei ministri si vedra' anche se Renzi avra' avuto la forza di imporre le sue decisioni o se sara' costretto alle mediazioni della odiata (da lui) ''vecchia politica''.

afe/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4