domenica 04 dicembre | 23:24
pubblicato il 15/feb/2014 19:05

Governo: Renzi vuole consultazioni lampo ma deve fare conti con alleati

Governo: Renzi vuole consultazioni lampo ma deve fare conti con alleati

(ASCA) - Firenze, 15 feb 2014 - Due giorni di 'consultazioni', tre al massimo, per formare la squadra di governo e prestare giuramento nelle mani del Capo dello Stato. E' il cronoprogramma che si e' dato il segretario del Pd, Matteo Renzi, che proprio per accelerare i tempi si e' portato avanti con il lavoro: ieri in Palazzo Vecchio ha incontrato il ministro per gli Affari regionali, Graziano Delrio, e oggi, sempre a Firenze, lo scrittore Alessandro Baricco (dato come possibile titolare della Cultura, nonostante la smentita del diretto interessato a 'Repubblica.it') e l'Ad di Luxottica, Andrea Guerra, a cui Renzi avrebbe chiesto la disponibilita' come ministro dello Sviluppo economico.

Incontri, questi ultimi due, che si sono svolti in luoghi lontani da occhi indiscreti: Palazzo Vecchio e' stato presidiato tutto il giorno da cronisti e troupe televisive, ma gia' stamani, arrivato in macchina da Pontassieve, il sindaco aveva 'seminato' i giornalisti. In parallelo altri colloqui li stanno tenendo lo stesso Delrio e i fedelissimi Lorenzo Guerini e Luca Lotti. Comunque, Renzi stasera sara', probabilmente, allo stadio 'Artemio Franchi' per la partita della Fiorentina, in attesa della chiamata da Roma, che potrebbe arrivare gia' domani.

Dal momento dell'incarico, Renzi incontrera' gli alleati.

Probabilmente a Roma, nella sede del Nazareno, ma chi gli e' vicino non esclude colloqui in una location meno consueta, addirittura a Firenze. L'obiettivo e' mettere a punto squadra di governo e programma in tempi strettissimi. Lotti ha ipotizzato ''due-tre giorni'' di tempo. Del resto, Renzi ha fatto della velocita' una delle sue 'cifre' distintive.

Bisognera' vedere se riuscira' a imprimere il suo ritmo anche agli alleati e alle varie anime del Pd. Gia' oggi il leader di Ncd Angelino Alfano, per esempio, ha ammonito: ''Bisogna mettere nero su bianco i punti programmatici per la nascita del nuovo governo e per fare questo non sono sufficienti 48 ore''.

Dalla lista dei ministri si vedra' anche se Renzi avra' avuto la forza di imporre le sue decisioni o se sara' costretto alle mediazioni della odiata (da lui) ''vecchia politica''.

afe/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari