domenica 11 dicembre | 13:05
pubblicato il 20/feb/2014 18:38

Governo: Renzi, questione di ore e chiudiamo tutto

Governo: Renzi, questione di ore e chiudiamo tutto

(ASCA) - Roma, 20 feb 2014 - ''Questione di ore e chiudiamo tutto''. E' quanto dichiara il premier incaricato, Matteo Renzi, lasciando la sede del Pd, ai cronisti che gli chiedono un commento sul vertice di maggioranza di oggi e sui nodi ancora da sciogliere in vista della formazione del nuovo governo. ''Passi avanti''. Questa la parola d'ordine al termine del vertice di maggioranza (durato due ore e mezza) che si e' svolto oggi negli uffici del ministro Graziano Delrio, uomo di fiducia del premier incaricato. I nodi da sciogliere pero' permangono, e a decidere il programma, alla fine, sara' lo stesso Matteo Renzi. A riunione in corso, il capogruppo di Ncd al Senato, Maurizio Sacconi, invia un tweet non proprio accomodante: ''Ci sono molte criticita' nel programma di governo''. Di contro, Renato Schifani, presidente del partito, al termine del vertice parla di ''passo avanti'', di ''riunione proficua'', anche se ''non risolutiva'', e non si mostra preoccupato dalla coesistenza di ''diverse esigenze''. Posizioni che si riavvicinano in serata, con l'ex presidente del Senato che in un tweet avvisa: ''Senza un accordo sul programma non parliamo di ministri''. L'intesa si conferma quindi ancora in alto mare tra Angelino Alfano e Matteo Renzi. Dal canto suo, Per l'Italia, con il capogruppo alla Camera, Lorenzo Dellai, invita tutti alla prudenza e alla responsabilita' e ribadisce il no alla doppia maggioranza, una per il governo, quella composta dai nove gruppi presenti oggi, e una per le riforme, quella formatasi dall'accordo di Renzi con Silvio Berlusconi per la legge elettorale. Per questo i Popolari per l'Italia si dicono poi, in una nota congiunta di tutti parlamentari, ''preoccupati''. Le maggioranze variabili non lasciano tranquilla nemmeno Scelta civica, benche' il capogruppo a Montecitorio, Andrea Romano, si mostri, al termine del vertice il piu' soddisfatto di tutti: parla di un ''buon passo di partenza'' e definisce ''innovativa e convincente la mappa tematica proposta da Delrio''. Anche il padrone di casa, il ministro per gli Affari Regionali, ostenta ottimismo e sostiene che l'incontro ''e' andato benissimo''. L'unico neo confessato e' la differenza di vedute sui temi etici tra Scelta civica e Psi. La riunione di oggi non sembra invece avere sortito gli effetti che taluni speravano. I vertici di maggioranza, pero', per sua esplicita confessione, non sono graditi al segretario del Pd (''ne sono allergico'', ha detto ieri), che infatti ha disertato quello svoltosi oggi, e che si assumera' personalmente - puntualizzano i suoi - l'onere di decidere sul programma. Matteo Renzi potra' fare una sintesi delle proposte di Ncd, Sc, Svp, Cd, Udc, PI, Psi e Maie, ma sara' lui a dover decidere poi sul testo da presentare alla ventura coalizione. I tempi stringono, il presidente del Consiglio incaricato ha detto che sciogliera' la riserva sabato, ma c'e' anche chi e' pronto a scommettere che Renzi potrebbe imprimere una nuova accelerazione agli eventi e cercare di tornare al Quirinale gia' domani sera. int

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Al via totoministri, possibili conferma Boschi e arrivo Fassino
Governo
## Renzi si ritira, "Doloroso, ma necessario"
Governo
Mattarella e Renzi consultano, alle 18 l'indicazione Pd al Colle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina